menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bocca: "E se fosse il Napoli a vincere lo scudetto?"

Il noto editorialista di Repubblica traccia un'analisi statistica e non, del campionato, che mostra come gli azzurri potrebbero avere alla fine la meglio

Il noto editorialista di Repubblica, Fabrizio Bocca, ha tracciato un'analisi statistica del campionato dopo le prime 10 giornate. Ecco quanto evidenziato da Napoli Today: "Chissà, ma davvero dopo i 5 scudetti dell´Inter questo potrebbe essere l´anno sorpresa, una specie di 2012 anticipato del pallone. Uno scudetto pazzo che sconvolga il calcio in Italia. Che succederebbe se alla fine fosse il Napoli di Cavani e Mazzarri a spuntarla, oppure la nuova Juve di Delneri e Del Piero (non doveva farsi da parte?), oppure la Roma che ci arriva sempre vicino ma non la spunta mai, la Lazio di Reja bastonata dal derby ma sempre in testa, o infine il Milan di Ibra e Allegri che ora vince mettendo in panchina i big? E´ difficile, ma quest´anno non impossibile. Il campionato è un minestrone. In appena 8 punti troviamo 10 squadre, metà classifica (in 8 punti un anno fa stavano le prime 4) e 8 punti con 28 giornate davanti sono nulla: basta non convincersi che il nome faccia classifica a prescindere. Non è un luogo comune la classifica corta: un anno fa tra la prima (Inter a 25) e l´ultima (Siena a 5) c´erano 20 punti, quest´anno appena 14 (Lazio 22, Bari 8); nel 2009 l´Inter aveva 9 punti sulla quinta (Milan 16), ora la Lazio ne ha 4 su Juve e Napoli a 18. Non è un luogo comune, anzi è indicativo, che all´Inter di tutti i suoi record sia rimasto solo quello di miglior difesa, e se non l´avesse sarebbero guai: sono 4 gare (Champions compresa) che non segna più di un gol (ha ormai il sesto attacco della A), e quasi tutti i gol li segna Eto´o (8 su 12). Non è un luogo comune che l´improvviso sciogliersi dell´Inter abbia creato situazioni nuove, riacceso speranze, disegnato addirittura un nuovo campionato. Almeno per il momento… Non è un luogo comune che un mercato più equilibrato (l´Inter ha speso zero e ora si trova invischiata tra club che invece hanno investito come il Milan con Ibra, la Juve con Krasic e il Napoli con Cavani) abbia ridistribuito pane e punti. Ogni 9-10 anni il campionato spariglia: nel 2001 la Roma, nel 2000 Lazio e nel ‘91 la Samp. La sorpresa è possibile. Forse la Lazio riprenderà subito la sua corsa, forse il Napoli di Hamsik, Lavezzi e Cavani (8 gol come Eto´o ma senza rigori, miglior giocatore della A al momento) sarà ulteriormente rafforzato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento