Notizie SSC Napoli

Benatia ricorda la Juve-Napoli vinta dagli azzurri: “Meritarono i tre punti”

Il giocatore ora in Qatar ripercorre gli ultimi anni della supersfida che si ripeterà sabato. “Il Napoli ha sempre giocato bene, ma quasi sempre abbiamo vinto noi”

Mahdi Benatia, Ansa

Mehdi Benatia adesso ha 32 anni, e gioca in Qatar. Al portale TuttoJuve.com ha rilasciato una lunga intervista a proposito di Juventus-Napoli – in programma sabato prossimo alle 20.45 – in cui ha ripercorso le ultime emozionanti sfide tra le due squadre.

“Sarà – spiega il difensore marocchino – la stessa partita di sempre. Il Napoli per tanti anni ha giocato un grande calcio, anche grazie alle idee di gioco di Sarri, e quasi sempre vincevamo noi. Se fosse di nuovo così, firmerei subito!”. Secondo Benatia adesso Sarri ha a disposizione dei campioni, e al bel gioco può associare la classe che ti fa vincere le partite, quella dei vari – spiega – Cristiano, Pjanic, Matuidi, Dybala, Higuain, Douglas, Bonucci, Chiellini”.

“Ricordo che col Napoli è sempre stato difficile – prosegue il centrale – due anni fa al San Paolo siamo usciti per due volte dalla nostra metà campo e in una nostra sortita offensiva Dybala è avanzato alla grande e ha servito il Pipita che ci ha fatto vincere per 1-0”. Ma ai bianconeri non è sempre andata bene. “Ho ancora nella mente l'ultima sfida che ho giocato contro di loro – va avanti il giocatore – quando ho perso il grande Kouly in marcatura che ci ha trafitto. Tutti hanno memoria solo di questo episodio, ma quasi nessuno ricorda che non siamo mai usciti dalla nostra area e che ho salvato 4-5 situazioni pericolose da gol. Con molta umiltà e senza fare il fenomeno, è stata una delle migliori partite che ho giocato con la maglia della Juventus”.

La vittoria degli azzurri all'Allianz Stadium con gol di Koulibaly

L'intervistatore insiste su quella partita, evidentemente mai digerita dal tifo bianconero. Chiede a Benatia se avessero giocato, come sembrò ai più, per lo 0-0. “La Juve non gioca mai per lo 0-0, vuole sempre vincere – ribatte però il giocatore – Può capitare una volta in cui non ti riesce niente e che la squadra avversaria ti mette in difficoltà. Purtroppo avevamo perso subito per infortunio Chiellini, senza nulla togliere agli altri ma non è la stessa cosa continuare senza il tuo capitano. In più lui è sempre decisivo in fase difensiva, quando è sul campo è capace sempre di darti quel qualcosa in più. Abbiamo sbagliato tanti palloni e il Napoli faceva un pressing incredibile, non siamo riusciti mai a calciare in porta e siamo andati in difficoltà. Eravamo stanchi, io per primo, e potevo firmare per il pari ma, come ho detto, volevamo vincere. Bisogna saper riconoscere la sconfitta, il Napoli aveva meritato i tre punti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benatia ricorda la Juve-Napoli vinta dagli azzurri: “Meritarono i tre punti”

NapoliToday è in caricamento