menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Presidenti", la storia scomoda del primo presidente del Calcio Napoli Giorgio Ascarelli

Il libro, scritto da Adam Smulevich, edito da Giuntina, è stato presentato nella Sinagoga napoletana in via Cappella Vecchia. "Un omaggio alla memoria di una figura dimenticata: Ascarelli aveva un grande cuore"

Giorgio Ascarelli, primo presidente del Calcio Napoli, costruttore dello stadio nel rione Luzzatti/Ascarelli che portava il suo nome (poi bombardato dai tedeschi e raso al suolo) è una figura che viene poco ricordata ma è senza dubbio fondamentale nella storia sportiva - e non solo - di questa città. A oscurare l'immagine e la reputazione di Ascarelli, ebreo, fu senza dubbio il regime fascista (che ad esempio impose il nome 'Partenopeo' allo stadio costruito nella zona industriale). Oggi il libro 'Presidenti', scritto dal giornalista Adam Smulevich, racconta Ascarelli, recuperando memorie perdute. "Ascarelli era un uomo dal grande cuore, al servizio di tutti", spiegano i relatori durante la presentazione del libro in Sinagoga. "Un omaggio alla memoria di un uomo importante: non solo la squadra di calcio e lo stadio, Ascarelli fondò diversi asili per i bimbi orfani a Posillipo, il primo circolo nautico napoletano, era un amante dell'arte, capace imprenditore, e protagonista del cosiddetto 'Rinascimento ebraico napoletano'". 



'Presidenti' - edito da Giuntina - racconta non solo la figura di Ascarelli ma di altri due importanti uomini di sport, ebrei, attivi nel ventennio fascista: Renato Sacerdoti, presidente della Roma che sfiorò lo scudetto e Raffaele Jaffe, patron del Casale che vinse il tricolore, vittima dell'Olocausto (morì ad Auschwitz).  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento