menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aronica: "Spero di rinnovare il contratto con il Napoli"

Il difensore palermitano ha ancora un anno di contratto con il sodalizio azzurro, ma vorrebbe prolungare

Salvatore Aronica ha parlato a Radio Marte: "La stagione è stata incredibile, abbiamo centrato un risultato importante come la Champions League. La vittoria chiave - secondo me - è stata quella con la Juventus. Ci ha dato la convinzione di proseguire in certi traguardi". Ovvero il terzo posto, lo scudetto, invece, è sfumato: "Dico la verità, era un sogno, io non ci ho mai realmente creduto. Quest'anno era difficile riuscirci". Il Napoli se l'è giocato. La sconfitta con il Milan è stata negativa: "Purtroppo è andata male, sono stato protagonista in occasione del rigore. Io avevo troppa foga, l'arbitro è stato poco elastico. Comunque abbiamo fatto quadrato e ci siamo ripresi". La prossima stagione sarà importante: "Il rinnovo di Cavani è un segnale importante. Conosco Edi, sarà ancora più decisivo e motivato a fare benissimo. Meglio così, il Napoli sarà obbligato a fare meglio, disputeremo una competizione importante come la Champions. Manca qualche giocatore che ha esperienze in tornei così importanti, sono convinto che la società si attrezzerà". Aronica spera di continuare a far parte del progetto: "Sto benissimo, ho sintonia con il tecnico e la società e mi auguro di poter rinnovare il mio contratto. Dove mi piacerebbe giocare? Mi mancano gli stadi spagnoli. Mi parlano tanto della partita in Coppa Campioni al Bernabeu contro il Real Madrid. Non me la ricordo, ero troppo piccolo, mi piacerebbe giocare in uno stadio così glorioso". Si parla di Mazzarri "E' sempre lo stesso. Lo conosco da anni ormai, ma la voglia di vincere resta quella. Forse ha qualche capello bianco in più, per il resto ci ha trasmesso la convizione e la voglia di fare sempre bene. E' un motivatore, un trascinatore e a volte anche un papà. Noi l'abbiamo sempre seguito e abbiamo sempre cercato di ottenere il massimo, per questo abbiamo collezionato soltanto 6 pareggi. Cerchiamo sempre il risultato pieno. ? E poi la conquista della zona Champions la dedico a mio figlio Giovanni e a mia moglie. Voto alla stagione? 9. Voto ad Aronica? 6. Peccato per la brutta prestazione contro il Milan e l’autogol con la Lazio. Sul 2-2 la partita si stava appiattendo. Andava regalata qualche emozione ad uno stadio così gremito". Aronica si diverte a parlare dei compagni di reparto e traccia l'identikit perfetto: "Piede destro. Cannavaro che è anche il migliore quando si tratta di lanciare la palla in tribuna. Scherzi a parte, è bravo a tenere alta la linea del fuorigioco. Lancio, dico Ruiz. Colpo di testa Campagnaro che è anche bravo ad uscire palla al piede. Maggiore tranquillità? Dico il sottoscritto, mi candido anche per le palle inattive. Santacroce - sorride - è bravo a tenere la posizione sull'avversario e lavora molto di gomito. L'anticipo? Dico Grava". Continuano le 'confidenze' sui compagni di squadra: "Io sono quello che vesto meglio, sto cercando di far migliorare il look di Cannavaro. Zuniga è il più sorridente, Grava è simpatico. Blasi ha un grande appetito a tavola, il Pocho è il più ritardatario". Chiusura con i voti alla stagione: "Nove al nostro campionato, sei ad Aronica per il rigore di San Siro e l'autorete con la Lazio. Eravamo sul 2-2, diciamo - fa una battuta - che ho ravvivato la partita".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento