menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Napoli lotta un tempo poi cede spazio alle motivazioni dei blucerchieti

Pazzini spedisce la Sampdoria in Champions. Napoli, ottenuta la qualificazione all'Europa League arriva a Marassi tranquillo mentalmente ma con molte assenze

Ultimo atto di questo campionato. La Sampdoria cerca la vittoria che sancirebbe l'accesso ai preliminari di Champions. Il Napoli, ottenuta la qualificazione all'Europa League arriva a Marassi tranquillo mentalmente ma con molte assenze. Oltre lo squalificato Lavezzi mancano Campagnaro, Hamsik e Gargano tutti per infortunio. Spazio a Santacrove in difesa e Cigarini a centrocampo. Denis e Quagliarella a formare il tandem d'attacco.

Il primo squillo al 5'è di marca doriana: Cassano entra in area e serve al centro Pazzini, Grava respinge la minaccia.

Al 9' ancora la Samp con Zauri che trova Semioli libero sul versante sinistro, l'ex Fiorentina vede e serve al centro Cassano; il tiro del barese viene bloccato a terra da De Sanctis.

La risposta del Napoli arriva al 13'con Quagliarella, ma il suo tiro termina a lato della porta difesa da Storari.

Al 17' Tissone dal limite dell'area prova la conclusione, De Sanctis para anticipando l'intervento di Pazzini.

Anche l'ex di turno Maggio prova ad insidiare la porta difesa da Storari, ma il portiere non si fa sorprendere dal tiro velenoso e smanaccia in calcio d'angolo.

La Samp si addormenta, ed è il Napoli che prova ancora a rendersi pericoloso. Progressione sul versante destro di Maggio che serve al centro dell'area Denis, l'argentino non riesce a deviare in porta a pochi passi e Zauri mette in angolo.

Ci prova anche Cannavaro che al centro tutto solo prova a rendersi pericoloso al 28', sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Dossena; il tiro del capitano azzurro termina a lato.

Al 35' occssione ghiotta per Quagliarella di testa, ma Storari è attento e devia in angolo. Il primo tempo termina a reti inviolate.

De Laurentiis domenica scorsa e anche in settimana l'aveva nominato, inquadrandolo tra gli obiettivi del prossimo mercato dei partenopei. Gianpaolo Pazzini non perde occasione per farsi notare anche oggi. Sua infatti è la rete che al 51' porta in vantaggio la Sampdoria. Calcio di punizione dalla destra, battuto da Ziegler. La sua parabola al centro trova Pazzini in area, il suo stacco di testa in anticipo su Santacroce è imperioso. Diciannovesima rete stagionale per l'attaccante doriano. Prova a rispondere Quagliarella al 56', Storari respinge di piede.

Al 62'sostituzioni in entrambe le squadre: fuori Semioli, dentro Guberti nella Samp. Fuori Maggio, al suo posto l' austriaco Hoffer nella squadra azzurra.

Il Napoli è ancora alla ricerca del pareggio. Al 66' è Dossena a provare la conclusione sugli sviluppi di calcio di punizione battuta da Cigarini. L'esterno sinistro ex Liverpool si coordina in area e calcia bene ma Storari respinge in angolo.

Mazzarri effettua il secondo cambio: richiama in panchina il colombiano Zuniga, in campo al suo posto Bogliacino.

I ritmi del match si abbassano, comprensibilmente. L'unico pericolo un siluro di Palombo su calcio di punizione. C'è spazio anche per un diciannovenne nel Napoli: Raffaele Maiello, esordio per lui in serie A. Esce Cigarini, leggermente infortunato.

All' 87'esce Cassano, osannato dal pubblico, al suo posto Pozzi. L'arbitro fischia la fine del match e la festa - Champions dei blucerchiati può cominciare. Il Napoli adesso dovrà programmare il futuro, come si evince dalle parole del tecnico azzurro Walter Mazzarri, che a fine gara traccia un bilancio della stagione conclusa : "La mia gestione è stata assolutamente positiva. Abbiamo conquistato un punto in più della Sampdoria e non dimentichiamoci gli errori arbitrali, altrimenti ci saremmo giocati la Champions. La stagione è stata incredibile e bella. Da questo dobbiamo ripartire per la prossima. Anche oggi siamo stati protagonisti, Storari è stato il migliore in campo, abbiamo creato tanto". Mazzarri complimenta con la sua ex squadra, la Samp: "Sono contento che possano festeggiare, ho un bel ricordo della mia esperienza blucerchiata". Sul futuro: "Ci vuole un po' di pazienza, devo parlare con De Laurentiis e programmare la stagione e poi dichiarare i nostri obiettivi". "Pazzini? Non parlo di mercato, chiaro che i giocatori bravi mi piacciono. Sono contento dei calciatori che ho avuto, ora vedremo cosa succederà. Chi resterà, dovrà essere contento".

Il presidente blucerchiato Riccardo Garrone, visibilmente soddisfatto ha detto: "Per noi questa qualificazione equivale allo scudetto del '91" Sui movimenti societari in vista: " Marotta è ormai già andato, ma in passato quando nella mia società sono andati via gli amministratori delegati dopo è finita sempre meglio. Del Neri non so ancora cosa farà."Sul bomber, decisivo anche oggi "Pazzini? non si muoverà dalla Sampdoria".

SAMPDORIA-NAPOLI 1-0 (0-0)

SAMPDORIA (4-4-2): Storari 7; Zauri 6, Gastaldello 6, Lucchini 5,5, Ziegler 6 (86'Cacciatore s.v); Semioli 5,5 (64' Guberti 6), Palombo 6, Tissone 6,5, Mannini 6; A. Cassano 6,5(86'Pozzi s.v.), Pazzini 7. (M. Cassano, Rossi, Poli, Padalino). All. Del Neri.

NAPOLI (3-4-3): De Sanctis 6; Grava 6,5, Cannavaro 6, Santacroce 5,5; Maggio 6 ( 62'Hoffer 5,5), Pazienza 5,5, Cigarini 6 (86' Maiello s.v.), Dossena 6; Zuniga 5,5(69' Bogliacino 5,5), Denis 5, Quagliarella 6,5. (Iezzo, Rinaudo, Aronica, Rullo). All. Mazzarri.

MARCATORE: Pazzini al 6' p.t.

ARBITRO: Rizzoli.

NOTE: pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori 36.000 circa. Ammoniti: Pazienza, Dossena, Zuniga, Mannini, Grava. Recupero: 1' p.t.; 4' s.t.

 

Guarda il video della sintesi della partita

Le pagelle di Sampdoria-Napoli

Le dichiarazioni dei protagonisti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento