menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso Inter-Napoli, una sfida impossibile Donadoni già in bilico

I partenopei hanno pochi motivi per sorridere a cospetto della corazzata nerazzurra imbattuta in casa da un anno e mezzo. De Laurentiis, appena rientrato dagli USA, ha promesso gravi provvedimenti se la squadra continuerà a mietere insuccessi. E Donadoni rischia di essere sempre più in bilico

Davide contro Golia. L’Inter schiacciasassi contro un Napoli in crisi di risultati. Il pronostico del match tra nerazzurri e partenopei appare del tutto chiuso. La truppa di Mourinho non ha certo brillato in avvio di stagione, ma nonostante prestazioni non del tutto convincenti ha comunque incamerato 10 punti in quattro giornate, togliendosi lo sfizio di bloccare in Champions anche il super-Barça di Messi ed Ibra. Merito soprattutto dello straordinari reparto offensivo di Mourinho e di una difesa che quest’anno si è fatta ancora più impenetrabile con l’inserimento di Lucio.

Tutt’altra l’aria che, invece, si respira all’ombra del Vesuvio, con un ambiente che vive sull’orlo di una crisi di nervi dopo il mercato faraonico di De Laurentiis. Gli investimenti del presidente azzurro non hanno portato a nulla finora ed hanno anzi alimentato qualche rimpianto per alcune scelte che col senno di poi si sono dimostrate errate (Mannini, l’unico esterno sinistro di ruolo, svenduto alla Sampdoria).

L’appuntamento del Meazza, per quanto difficile, rappresenta comunque un importante banco di prova per Donadoni. L’ex ct della Nazionale non ha infatti ancora trovato il bandolo della matassa, nonostante sia da sette mesi al timone dei partenopei. Perdere in malo modo a Milano creerebbe ulteriori scricchiolii alla sua panchina. Ancor più che presentarsi alla corte di De Laurentiis, appena rientrato da Los Angeles, con un’altra batosta sul groppone aumenterebbe il malcontento del numero 1 azzurro, tanto stizzito per il desolante avvio di campionato da minacciare importanti decisioni se la situazione non dovesse migliorare entro le prossime 4 partite.

Sebbene l’orizzonte sia a tinte piuttosto fosche, la gara contro l’Inter fornisce anche un inaspettato assist al tecnico bergamasco che uscendo indenne dal Meazza vedrebbe alzarsi vertiginosamente le proprie quotazioni oltre che infondere nuovo e prezioso morale ai suoi uomini.

Dal punto di vista tattico Donadoni dovrebbe riproporre Maggio a destra, che ritroverà un posto da titolare dopo la non convincente prova di Zuniga, mentre in difesa Cannavaro tornerà ad occupare la zona centrale lasciata vuota dall’infortunato Rinaudo.

Mourinho, che non siederà in panchina in sseguito al turno di squalifica comminatogli per l’espulsione di Cagliari, potrebbe effettuare un leggero turnover, ma le ultime decisioni verranno prese solo nelle ore immediatamente precedenti al match. Possibile l’inserimento in attacco di Balotelli per uno tra Milito ed Eto’o, quasi scontato il rientro in campo di Cambiasso dal primo minuto a causa dell’infortunio di Thiago Motta e l’utilizzo di Santon sull’out mancino.

Probabili formazioni di mercoledì 23 settembre alle 20.45

Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Santon; Zanetti, Cambiasso, Stankovic; Sneijder; Milito, Eto'o. All: Baresi  (Mourinho squalificato)

Napoli (3-5-2): De Sanctis; Santacroce, Cannavaro, Contini; Maggio, Gargano, Cigarini, Hamsik, Datolo; Quagliarella, Lavezzi. All: Donadoni
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento