menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallanuoto, l’Italia tenta il bis europeo nell'under 20 femminile

Napoli ospita la manifestazione continentale destinata alle nazionali Under 20 femminili. Una kermesse organizzata e fortemente voluta da Franco Porzio, che ha assicurato i fondi per ridare la Scandone ai suoi antichi splendori. Le azzurre, campionesse in carica, vanno all’assalto di una storica doppietta

Sbarca a Napoli la pallanuoto internazionale. Gli Europei femminili Under20 sono l’occasione per riaprire i battenti della Scandone dopo il restyling di quest’estate. La piscina di Fuorigrotta si è rifatta il look, grazie ai 750.000 euro investiti.

C’è voluta tutta la sagacia e la determinazione di una leggenda come Franco Porzio, presidente della società Acquachiara, per portare a Napoli una manifestazione che rinsalda lo storico rapporto tra la città e la pallanuoto oltre ad aver garantito l’accesso ai fondi governativi destinati allo sport. Insomma, due piccioni con una fava: «Il punto di partenza - dice Porzio - è stata propria la possibilità di far entrare nelle casse del Comune denaro a sufficienza per riportare all’antico splendore la Scandone.  Ora la piscina rappresenta un centro d’eccellenza e potrà accogliere tutti quegli atleti campani che negli scorsi anni hanno dovuto trovare ospitalità fuori regione per allenarsi».

Nelle idee dell’ex campione posillipino gli Europei Under20 potranno fare da apripista ad altre competizioni internazionali: «Per poter ospitare questa manifestazione abbiamo battuto la concorrenza di altre importanti città come Budapest, Madrid e Mosca. Già nel 2003 a Napoli abbiamo organizzato i Campionati del Mondo Under20 alla Mostra d’Oltremare, ma il vero traguardo debbono essere i Mondiali o gli Europei assoluti. Per far ciò c’è però bisogno di altre forze ed energie. Noi abbiamo idee ed esperienza, ma mancano ad esempio le strutture per accogliere le migliaia di persone ed atleti che una manifestazione del genere porterebbe a Napoli».

All’Italia del ct Fabio Conti tocca ora mantenere le ottime premesse della vigilia e cercare di bissare il titolo vinto nella precedente edizione contro l’Ungheria. Il tecnico azzurro preferisce però adottare il profilo basso per non caricare di eccessive responsabilità le sue ragazze: «Abbiamo lavorato con tempi piuttosto ridotti. La nostra preparazione è finalizzata ad entrare in forma solo nella seconda fase del torneo, quella ad eliminazione diretta». Un obiettivo da raggiungere anche con l’aiuto del pubblico napoletano, che ha già adottato la giovane Nazionale italiana in occasione dell’uscita amichevole contro l’Australia: «Spero che il seguito di supporter continui ad essere così numeroso - conclude Conti  -. Per tentare di rivincere il titolo».

Le azzurre, sorteggiate nel Girone C, chiuderanno con ogni probabilità al secondo posto dopo il ko di misura subito dalla Spagna per 5-4. Un risultato arrivato dopo la convincente gara d’apertura contro l’Ucraina e vinta 27-2. Alle azzurre toccherà ora cimentarsi domani16 settembre negli ottavi di finale contro un’avversaria ancora da definire e che verrà fuori dal match tra Portogallo e Grecia.

A contendere il trono continentale all’Italia ci saranno Olanda, Spagna e le immancabili forze dell’Est Europa. Finale prevista per il 20 settembre.  

I quattro gironi:

Gruppo A    Gruppo B    Gruppo C    Gruppo D
Ungheria    Olanda        Italia        Russia
Portogallo    Slovacchia    Ucraina        Serbia
Grecia        Gran Bretagna    Spagna        Francia
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di martedì 6 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Cento 'mutande' marciano a Chiaia. Federmoda: "Siamo i nuovi poveri"

  • Cronaca

    Covid in Campania: bollettino vaccinazioni aggiornato al 10 aprile

  • Cronaca

    Gli agricoltori scendono in piazza: "Siamo stati totalmente dimenticati"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento