La Bpm espugna Casoria superando la Canottieri 8-4

Buona prova dei napoletani per oltre metà gara contro una delle tre corazzate del torneo

Foto di Manuel Schembri

Nello sport le sconfitte possono assumere, a seconda delle circostanze, un valore diverso che in alcune occasioni prescinde dalla negatività del risultato in se. Come da pronostico il Circolo Canottieri Napoli, nono a dodici punti, viene  sconfitto  dalla Busto Bpm, terza a quota ventisette, per 8-4 nell'incontro valevole per l'undicesima giornata del girone d'andata ma esce dall'acqua a testa alta. Il pronostico riduceva a percentuali minime la possibilità di concludere l’incontro con un risultato positivo ma i giallorossi offrono una buona prestazione che consente loro di tenere testa ai più quotati avversari per oltre metà gara e di trovare risposte importanti dal punto di vista tanto tecnico-tattico che della tenuta mentale in vista delle due sfide che, dopo la settimana di sosta per le festività natalizie, concluderanno la prima parte dell'annata: la trasferta in casa della Rari Nantes Florentia, quinta forza del torneo, e il cruciale scontro diretto casalingo contro la Rari Nantes Savona. I partenopei possono ritenersi soddisfatti per l'approccio al match affrontato senza alcun timore reverenziale di sorta e con la giusta intensità agonistica. Nonostante gli otto gol incassati più che buona la prova del reparto difensivo capace di limitare un attacco in grado di segnare a raffica anche grazie ad una eccellente prestazione di Vassallo, autore di parate che  hanno impedito un passivo di proporzioni più ampie e di una serie di uscite decisive per anticipare gli attaccanti rivali lanciati in potenziali controfughe.  Da rivedere lo sviluppo della manovra offensiva che crea sì una discreta mole di gioco ma non la finalizza in maniera adeguata sia per gl'interventi di Nicosia che per la mancanza di quel pizzico  di cinismo in più al momento della conclusione. Necessario continuare a lavorare sull'uomo in più affinché questo fondamentale possa diventare una preziosa arma offensiva registrando percentuali ben diverse dall'uno su sei messo a referto ieri, dato a cui va aggiunto il rigore trasformato da Campopiano per siglare la prima rete dei suoi. A decidere le sorti di un confronto snodatosi sui binari di un sostanziale equilibrio fino alla sirena dell'intervallo lungo il break di 1-4 messo a segno dagli ospiti nella seconda parte, frangente nel quale un campione del calibro di Stefano Luongo, capocannoniere del torneo e top scorer di giornata con tre reti, ha trascinato gli ospiti, sicuramente stanchi dopo la trasferta di Zagabria in Champions League.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento