rotate-mobile
Sport Fuorigrotta

"Il Mario Argento è una ferita per la città: un'area in quelle condizioni grida vendetta"

Il consigliere comunale Simeone riapre la ferita del palazzetto dimenticato: "Come amministrazione dobbiamo affrontare questo tema"

Nel corso della seduta odierna del Consiglio comunale di Napoli è stata approvata per appello nominale, con 31 voti favorevoli e un astenuto, la delibera 402 che prevede modifiche e integrazioni alla sezione operativa del Documento Unico di Programmazione 2022-2024 per interventi di riqualificazione di diversi impianti sportivi cittadini, di immobili comunali e di manutenzione della sede stradale in diverse aree della città, illustrata all'aula dall’assessore al bilancio Pier Paolo Baretta.

Nel corso del dibattito è intervenuto il consigliere del gruppo "Napoli Libera" Nino Simeone, che ha posto l’attenzione sulla vicenza del palazzetto dello sport "Mario Argento", per il quale ha ritenuto che sarebbe stato opportuno prevedere stanziamenti per la riqualificazione. 

"Mi aspettavo in questa integrazione e variazione un intervento economico per una struttura come il Mario Argento. Il Mario Argento era un impianto polifunzionale, oggi è un rudere. E’ una struttura che non solo ha un’importanza strategica dal punto di vista degli impianti sportivi: siamo in un’area come quella di viale Giochi del Mediterraneo da sempre destinataria di queste belle strutture sportive che abbiamo in città. Il Mario Argento è una ferita aperta per la città, perché un’area in quelle condizioni grida vendetta. Noi come amministrazione dobbiamo affrontare questo tema", ha detto il consigliere Simeone nel corso del suo intervento. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Mario Argento è una ferita per la città: un'area in quelle condizioni grida vendetta"

NapoliToday è in caricamento