menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli: sabato l'esame di maturità con il Catania

Dopo i 10 punti conquistati nelle prima 4 gare della sua gestione arriva un match importante per Mazzarri. Nell'anticipo di sabato pomeriggio arriva il Catania alla ricerca di punti salvezza. Le formazioni

Catania rappresenta l’esame di maturità per il Napoli. Mazzarri ha già avvisato Hamsik e compagni che quella del Massimino sarà la sfida più difficile di quelle finora affrontate dagli azzurri. Dimenticare Fiorentina, Milan e Juventus è l’imperativo del tecnico che non ha la minima intenzione di lasciarsi andare a voli pindarici dopo i 10 punti conquistati nelle prime quattro gare della sua gestione. Di fronte ci sarà un Catania inguaiato in classifica e bisogno di punti salvezza.

Mazzarri non ha ancora sciolto gli ultimi dubbi, che probabilmente rimarranno tali fino a poche ore dall’inizio del match. Assodate le assenze di Santacroce (in recupero dall’intervento al menisco) e di Campagnaro che sta dimostrando tutta la sua fragilità fisica, toccherà di nuovo a Gianluca Grava occupare il posto di centrale di destra. Meglio, infatti, puntare sul difensore brevilineo che dirottare Cannavaro a destra con l’inserimento di Rinaudo al centro, meno adatto alla marcatura dei veloci attaccanti etnei. Restano in bilico anche Cigarini e Pazienza che si contendono una maglia al fianco di Gargano e soprattutto Denis e Quagliarella, con l’argentino che pare leggermente in vantaggio rispetto allo stabiese, ancora alla ricerca della migliore forma.

Ad un ambiente caricato dagli ultimi esaltanti risultati farà da contraltare il Catania che vivacchia nelle zone bassissime della classifica. Per i siciliani si tratta già di un’ultima spiaggia. L’esordiente Atzori si trova di fronte ad un bivio. Fallire l’appuntamento contro i partenopei significherebbe esonero quasi automatico. Eppure gli etnei hanno fin qui raccolto molto meno di quanto meritato, perdendo punti preziosi per ingenuità e un pizzico di sfortuna. Il tecnico rossoazzurro sarà costretto a disputare la gara più importante della sua fin qui breve carriera d’allenatore con un organico decimato da infortuni e squalifiche. L’infermeria è infatti piena: Delvecchio, Campagnolo, Sciacca e Barrientos non hanno alcuna possibilità di scendere in campo, mentre Atzori cova qualche speranza per Spolli e Martinez. Di sicuro non ci saranno Capuano e Silvestre appiedati dal giudice sportivo. I siciliani potranno però fare affidamento su capitan Mascara, sul rientrante Morimoto e sulle statistiche che vedono i partenopei sempre sconfitti al Massimino da quando hanno riconquistato la Serie A.

Se per il Napoli si tratta di un esame di maturità, per gli etnei sarà un esame di riparazione. Chi verrà promosso?

Probabili formazioni di sabato 8 novembre alle 18.00


Catania (3-5-2): Andujar; Potenza, Terlizzi, Bellusci; Alvarez, Bigianti, Carboni, Llama, Pesce; Mascara, Morimoto. All.: Atzori.

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, Cannavaro, Contini; Maggio, Gargano, Cigarini, Aronica; Hamsik, Lavezzi; Denis. All.: Mazzarri.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragedia al passaggio al livello: muore travolto da un treno

  • Cronaca

    Morte poliziotto Giovanni Vivenzio, il cordoglio dello Stato

  • Cronaca

    Riapertura scuola, le linee rafforzate per domani da Anm

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento