menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Napoli ritrova la vittoria. Chiellini illude la Juve

Nel posticipo di ieri in un gremito stadio San Paolo il Napoli sottomette la Juventus. Nuovo risultato positivo dopo il pareggio con il Milan. Hamsik, Quagliarella e Lavezzi firmano il 3-1

Lo stadio San Paolo ospita questo atteso posticipo di questo turno infrasettimanale: Napoli - Juventus, una classica. C’è il pubblico delle grandi occasioni sugli spalti di Fuorigrotta. Scenografia da urlo in curva B, completamente colorata di blu e d'oro, con le stelle al centro, e la scritta: "Noi ci crediamo!" Da brividi. La Juventus è reduce dalla sconfitta di Genova contro la Samp, il Napoli invece dal pareggio maturato in quel di San Siro contro il Milan. Otto giornate di astinenza dalla vittoria sono tante per i partenopei e bianconeri alla costante ricerca di una identità mai trovata quest’anno. Partono bene gli uomini di Zaccheroni, che al 7’ passano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio piazzato. Batte Camoranesi in area Del Piero prolunga di testa e Chiellini, lasciato colpevolmente libero dalla difesa azzurra, corregge agevolmente alle spalle di De Sanctis. Il San Paolo ammutolisce. La Juventus perde però Poulsen per infortunio alla caviglia, Candreva al suo posto.

Il Napoli prova a reagire con Quagliarella, il pallone viene bloccato da Manninger. Ci prova anche Lavezzi, ma il suo tiro viene deviato in corner dall’estremo difensore bianconero.

Gli uomini di Mazzarri sono però imprecisi e sbagliano i passaggi. Non riescono a trovare gli spazi a centrocampo. Marchisio e Melo fanno filtro a centrocampo. La Juventus amministra il risultato, senza premere il piede sull’acceleratore. Le ali partenopee non riescono ad aprirsi.
Il secondo tempo è decisamente più vibrante del primo: il Napoli scende in campo con un altro piglio, uno spirito nuovo, rigenerato. Pronti via, Quagliarella viene atterrato in area da Zebina; Rizzoli non ha esitazioni: calcio di rigore, dal dischetto va Hamsik. Lo slovacco però non è preciso, la palla si stampa sulla traversa della porta juventina quindi fuori. Amarezza per i 60mila del San Paolo.

L’appuntamento con il gol è solo rimandato di poco: al 50’  infatti Quagliarella è caparbio, ruba palla a Camoranesi serve un assist al centro dell’area dove c’è Hamsik, stacco di testa che trafigge Manninger. L’esultanza del gioiellino partenopeo, si commenta da sola. Liberatoria.
Il Napoli è tonico. Maggio ci prova prima dalla distanza, Manninger in angolo. Sulla corsia mancina il colombiano Zuniga offre una prestazione generosa. Crossa, difende, è attento e riparte. Dal suo piede parte un assist per Maggio che però colpisce male di testa e manda fuori.
Accade tutto in una sera: si sblocca Hamsik si sblocca anche l’attaccante stabiese. Non segnava dal giorno della befana, eurogol all’Atalanta. Al 72’ i ruoli si invertono: lo slovacco crossa al centro in area di rigore, Quagliarella al volo insacca per il 2-1 del Napoli. Il San Paolo è in delirio. La Juventus è stanca e non ci crede molto. Ci prova timidamente Marchisio, ma sul capovolgimento di fronte è il Napoli ad incrementare il bottino. Il terzo sigillo partenopeo è firmato da Lavezzi. Azione tutta argentina. Campagnaro dalla sinistra trova libero in area il connazionale che insacca senza problemi. Il Pocho si lancia in corsa verso la curva B levandosi la maglietta; verrà ammonito ma poco importa. Battere la Juventus non ha prezzo.
Il Napoli raggiunge la Juventus in classifica a 45 punti e adesso l’Europa che conta è a soli 3 punti. Domenica al San Paolo è di scena il Catania. La Juve in profonda crisi.
 
 
 

Napoli-Juventus 3-1 (0-1)

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis 7, Campagnaro 6,5, P. Cannavaro 6,5, Grava 6,5, Maggio 6, Pazienza 6, Gargano 6, Zuniga 6,5(44' st Rinaudo s.v), Hamsik 7(36' st Cigarini s.v), Quagliarella 7, Lavezzi 7 (46' st Denis). (1 Iezzo, 6 Aronica, 33 Rullo, 18 Bogliacino). All.: Mazzarri.
JUVENTUS (4-4-2): Manninger 5, Zebina 5, F. Cannavaro 4,5, Chiellini 6, Grosso 5, Camoranesi 6(16' st Diego 5), Poulsen s.v(7' pt Candreva5), Felipe Melo 5, Marchisio 6, Amauri 5, Del Piero 4,5 (21' st Grygera 5). (41 Pinsoglio, 39 Marrone, 20 Giovinco, 17 Trezeguet). All.: Zaccheroni .
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Reti: pt 7' Chiellini; st 5' Hamsik, 26' Quagliarella; 43' Lavezzi.
Angoli: 10 a 3 per il Napoli.
Ammoniti: Grava, Del Piero, Camoranesi e Zebina per scorrettezze.
Recupero: 3' e 2' .
Spettatori: 60 mila

Note: al 1' st Hamsik tira alto un rigore concesso da Rizzoli per una trattenuta in area di rigore di Zebina su Quagliarella.

Guarda la sintesi della partita

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento