menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo stadio San Paolo, un progetto tutto americano

Intervista esclusiva all'architetto David Manica. Nella sua rappresentazione 3D, lo stadio perde le piste di atletica ma si arricchisce di un tetto capace di regalare all'esterno un fascio di luce suggestivo: "Il San Paolo può tornare a essere un edificio di prima classe"

Il tempio del calcio campano potrebbe diventare un vero e proprio gioiello con i giusti interventi. È ciò che afferma David Manica, rinomato architetto americano che, concentrandosi sulla candidatura italiana per gli Europei 2016, ha affrontato il problema degli stadi da rifare. E con il suo team ha scelto proprio il San Paolo, lavorando a uno stupefacente progetto in 3D. Nella sua prima intervista italiana, Mister Manica ci racconta alcune curiosità.

Lei ha costruito il nuovo volto dello Stadio San Paolo utilizzando sofisticati software di modellazione 3D. Come mai ha scelto Napoli? Nella sua valutazione di giudizio ha influito la grande importanza che il calcio ha sul popolo italiano?
Ho sempre avuto una passione per l'Italia e la sua gente. E sapere che il calcio è una parte fondamentale della cultura italiana, rende il nostro lavoro ancora più soddisfacente. Lo stadio di Napoli, poi, è un edificio molto importante per la storia del calcio italiano e credo sia giusto continuare a garantire nel futuro felicità e ricordi positivi alla gente.
david-manica-2
Uno degli aspetti più interessanti del suo progetto vede l'eliminazione definitiva delle piste di atletica. Da cosa nasce l'idea?
Molti stadi italiani dispongono di queste piste che creano un effetto negativo sul clima del gioco, perché i tifosi si sentono a grande distanza dal campo. Con il nostro progetto, abbiamo studiato un rinnovamento generale che vede anche nuovi posti a sedere nel livello inferiore dello stadio in modo da garantire una visuale più vicina al campo. Certo, l'attuale geometria dell'edificio è per noi una sfida, ma sono felice di dire che abbiamo trovato una soluzione di successo.

Lei parla di un tetto, rivestito di una membrana leggera e resistente con diaframmi dai colori cangianti, in modo da emanare all'esterno un fascio di luci suggestivo. La difficoltà e i tempi per realizzare questo progetto?
Abbiamo immaginato sul serio un nuovo tetto che consenta allo stadio di avere un aspetto rinnovato, fresco e che garantisca anche una immagine dinamica e brillante di notte, durante gli eventi. Parlando in particolare delle potenziali difficoltà nel portare questo progetto nella realtà, ovviamente la questione del costo è la sfida più grande. Ma sono certo che se l'idea dovesse andare in porto, il nostro team creativo e qualificato sarebbe capace di trovare la soluzione più idonea.
david-manica-1
Nel suo progetto ha citato Diego Armando Maradona. All'estero Napoli è davvero ancora così rappresentata da questo storico campione?
Direi che Napoli è conosciuta in tutto il mondo per molti motivi: la bellezza della città e della gente, la sua splendida posizione sul mare, il Vesuvio e, naturalmente, la sua fama mondiale per il buon cibo. Ma per chi segue il calcio, Diego Armando Maradona è il giocatore più famoso, un'icona della città.

Lei parla del suo lavoro, infine, come qualcosa di attuabile attraverso risorse rinnovabili e l'abbattimento delle spese. È ottimista circa i fondi che dovrebbero arrivare dal comune o dallo stato?
Nel corso della mia carriera ho lavorato a progetti di tutto il mondo e una cosa che ho imparato è che se c'è la giusta motivazione, alla fine il lavoro sarà sempre finanziato e portato a termine. Il mio ruolo di architetto dello sport è quello di illuminare il percorso, mostrare il modo in cui un lavoro può essere completato con successo. Sono molto ottimista circa la possibilità che il San Paolo possa essere rinnovato, in modo da tornare a essere un edificio di prima classe. Per farlo, abbiamo progettato una soluzione che consente anche di generare nuove entrate, nuovi finanziamenti. Un'idea che, unita alla passione per il calcio in Italia, e in particolare per Napoli, mi fanno davvero sperare per il meglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento