rotate-mobile
Sport Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Dalla festa alla delusione: notte azzurra e amara alla Rotonda Diaz

In ottomila davanti al maxischermo voluto dal Comune sul lungomare. Molti i tifosi andati via al terzo gol della Spagna, scomparse dalle strade le tante bancarelle per la vendita di bandiere

In 8000 sul lungomare sperando che l'Italia vincesse sulla Spagna, ma così non è stato. Incuranti dell'asfalto bollente e di Caronte, in tanti si sono dati appuntamento ieri sera  davanti al maxischermo di 30 metri voluto dal Comune grazie all'impegno dell'assessore Giuseppina Tommasielli e del suo braccio destro Fabio Mangieri, e agli sponsor: la Puma Italia, la Tim e soprattutto Carpisa-Yamamay, sponsor del Napoli calcio femminile fresco di promozione nella massima serie e vincitore della Coppa Italia.

Finale degli Europei 2012. La prima doccia fredda con il primo gol spagnolo. Alla seconda marcatura, il morale che crolla. Alla fine del primo tempo almeno la metà degli 8000 abbandona il campo e iniziano a sparire le decine e decine le bancarelle che avevano fatto buoni affari prima dell'inizio della partita. Per non parlare del terzo e quarto gol.

Addio sogni di gloria, ma comunque grazie azzurri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla festa alla delusione: notte azzurra e amara alla Rotonda Diaz

NapoliToday è in caricamento