rotate-mobile
Sport

Donnarumma torna a casa: l'eroe di Wembley accolto come una star

"Tornare a casa è bellissimo. Da campione d'Europa ancora di più"

Gianluigi Donnarumma è tornato nella sua città di origine, Castellammare di Stabia, dopo la trionfale vittoria degli Europei, impreziosita dai due rigori parati in finale e dal premio come miglior giocatore del torneo. Il portiere azzurro, che domani firmerà con il Psg dopo il mancato rinnovo di contratto con il Milan, è giunto nella città stabiese, per poi spostarsi a Pompei dove vivono ancora oggi i suoi familiari, venendo accolto come una star.

Donnarumma, prima di passare nelle giovanili del Milan, ha militato in una scuola calcio di Castellammare dai 6 ai 14 anni. In tanti lo ricordano con aneddoti in questo giorno speciale. "Tornare a casa è bellissimo. Da campione d'Europa ancora di più", sono state le prime parole del calciatore, visibilmente emozionato per l'accoglienza riservatagli.

"Ho chiuso gli occhi, ero certo che Gigio avrebbe parato quel rigore. Ha fatto tanti sacrifici per arrivare lì, noi lo abbiamo sempre supportato. Da piccolo ogni tanto lo portavo in falegnameria, lì faceva tanti danni", ha affermato Alfonso Donnarumma, padre di Gigio.

"Sono andato ad omaggiare il mitico Donnarumma. Compatibilmente alle sue esigenze l'ho invitato al nostro stadio comunale. Gigi, che ci ha portato alla vittoria dell'Europeo, è un talento del nostro comprensorio e lui e la sua famiglia avranno sempre le porte aperte a Santa Maria la Carità. Vamos", scrive Giosuè D'Amora, sindaco di Santa Maria la Carità, che si è recato nella villetta della famiglia Donnarumma realizzando uno scatto fotografico assieme al portiere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donnarumma torna a casa: l'eroe di Wembley accolto come una star

NapoliToday è in caricamento