rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Scontri Udinese-Napoli: ultras condannati con pena sospesa

Il giudice del tribunale di Udine ha condannato a quattro mesi di reclusione e 800 euro di multa, pena sospesa, gli ultras napoletani coinvolti nei disordini prima della partita di campionato Udinese-Napoli dello scorso 14 febbraio

Quattro mesi di reclusione e 800 euro di multa, pena sospesa: questa la condanna emessa dal giudice del tribunale di Udine per gli ultras napoletani coinvolti nei disordini avvenuti in occasione della partita Udinese-Napoli del 14 febbraio scorso.


I due, processati per direttissima, erano stati arrestati dagli uomini della Questura di Udine ed erano chiamati a rispondere dei reati di concorso in possesso di strumenti atti a offendere durante le manifestazioni sportive e concorso in rissa. La decisione del giudice Feruglio è arrivata dopo la deposizione di alcuni testi e con un'integrazione istruttoria dei filmati dei disordini.

La condanna a quattro mesi era già stata chiesta alla precedente udienza dal pubblico ministero onorario Antonella Soldati. Assoluzione era stata invece chiesta dall'avvocato Giovanni Adami, che ha ricordato come non vi fosse prova della partecipazione agli scontri per i due e come l'auto fosse stata noleggiata da un altro soggetto. I due furono fermati alcune ore dopo gli scontri nell'area di servizio di Gonars (Udine) dell'autostrada A4, Venezia-Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri Udinese-Napoli: ultras condannati con pena sospesa

NapoliToday è in caricamento