Civ 600 Stock: l'all'in di Gegè Sabatino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il Circuito del Mugello sarà il teatro delle ultime sfide della stagione 2013 del Campionato Italiano Velocità. Nella classe 600 stock la partita per il titolo non è ancora chiusa, perché con cinquanta punti ancora in palio, nessuno, neanche il capolista Andrea Tucci può dormire sogni tranquilli. Il sogno di Gegè Sabatino, terzo a ventinove punti dal leader, è ritornare in testa e laurearsi campione d'Italia. Si, perché prima della precedente sfida di Imola, Gegè 74 era lui il capofila; alcuni errori e tanta sfortuna l'hanno trasformato da inseguito ad inseguitore: "Che dire - dice con un sorriso amaro Sabatino - quello di Imola è stato un fine settimana stregato, dove i miei errori sono pesati tantissimo. Su quel tracciato non sono mai riuscito ad esprimermi ai massimi livelli, ma ora è una parentesi chiusa. In queste settimane mi sono concentrato per trasformare la delusione e la rabbia in determinazione e grinta". Come detto, il bottino di cinquanta punti può rimescolare le carte e regalare a chi sarà il più bravo il titolo: "Saranno - sottolinea il rider vesuviano - due gare tesissime. Mentalmente e fisicamente mi sento pronto per affrontarle al centouno per cento. Cercherò di far bene sin dalle prove, perché ho in mente un solo obiettivo: la doppietta. Solo con due successi potrò avere importanti di chances di coronare alla grande una stagione a dir poco esaltante. Scenderò in pista senza tener conto di cosa faranno i miei avversari. Rispetto alle due gare d'apertura dell'anno, mi sento più consapevole delle mie potenzialità e di quelle della R6 che guido. Allora pagai lo scotto di non aver effettuato test durante l'inverno. Sabato e domenica saranno storie diverse; certo Tucci e Morrentino non staranno a guardare, ma io mi impegnerò al massimo e a darmi una mano sarà il fatto che la pista mi è congeniale".

Torna su
NapoliToday è in caricamento