Sport

La Canottieri Napoli batte il Catania 8-7 dopo una grande rimonta

I giallorossi tengono così vive le speranze di salvezza diretta

Nell’incontro valevole per la ventesima giornata del campionato di serie A1, la settima del girone di ritorno, il Circolo Canottieri Napoli, dodicesimo con diciassette punti, riceve alla piscina Alba Oriens di Casoria il Nuoto Catania, tredicesimo a quota tredici. I giallorossi affrontano quella che per il loro percorso può considerarsi un’autentica finale nella quale hanno a disposizione un solo risultato, la vittoria, per imprimere una svolta significativa alla propria classifica. Assenza importante per Paolo Zizza che deve ancora fare a meno dell’infortunato Vukicevic, sostituito nell’elenco dei convocati dall’attaccante dell’Under 17 Imperatrice. Una partita a strappi premia meritatamente i partenopei che vanno sotto in apertura, piazzano un parziale devastante che gli permette di ribaltare l’inerzia del confronto, subiscono il recupero etneo ma riescono a resistere e portano a casa tre punti pesanti, 8-7 il risultato finale dopo trentadue minuti di autentica battaglia, che permettono loro di rilanciarsi dopo aver racimolato un punto nelle ultime tre esibizioni, sanguinose nel frangente esaminato le battute d’arresto incassate sull’asse Bogliasco-Roma, anche se il successo di misura colto dalla Roma Nuoto a Firenze contro la Rari Nantes Florentia continua a complicare i piani di salvezza diretta. In pochi avrebbero probabilmente scommesso sull’affermazione dei padroni di casa quando la sirena del primo intervallo sanciva il 3-1 ospite propiziato dalla doppietta di Giorgio Torrisi, top scorer dei suoi con tre reti.

Quando tutto poteva lasciare presagire un crollo con una squadra ormai alla deriva i ragazzi del Molosiglio si sono guardati negli occhi per tirare fuori la reazione di orgoglio che ha permesso loro di capovolgere l’andamento della sfida piazzando un devastante parziale di sei a zero. A dare la scossa è stato Gabriele Vassallo che ha chiuso a doppia mandata la sua porta respingendo sistematicamente al mittente i tentativi avversari e blindando la sua rete per sedici minuti. Ad apporre le firme sulla rimonta il solito immancabile Campopiano, autore dei punti che hanno sancito la rimonta e degli assist vincenti per l’allungo dei suoi, uno straripante Biagio Borrelli, protagonista di un avvincente duello con il suo portiere per la conquista del premio di mvp di giornata nonché top scorer tra le fila partenopee con tre reti, e l’ottimo Andrea Tartaro, punta di diamante del nucleo di giovani inserito dalla società nel roster della prima squadra ad inizio stagione. Doveroso tributare il giusto merito al sette etneo che non è mai uscito dall’incontro costruendo il controbreak di 3-0 che gli ha consentito di portarsi sul meno uno prima dei momenti decisivi. Il titolare della calottina numero tredici ha deciso di apporre la ciliegina sulla torta alla sua egregia prestazione respingendo a Privitera il rigore del possibile pareggio ricevendo il testimone, in un’ideale staffetta, dal suo numero undici che aveva siglato la rete dell’8-6, margine solamente dimezzato dal secondo sigillo personale dell’ex posillipino Cuccovillo.

Foto di copertina: Manuel Schembri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Canottieri Napoli batte il Catania 8-7 dopo una grande rimonta

NapoliToday è in caricamento