rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Calcio

Turris, Fontana: "Con l'Avellino mi aspetto un atteggiamento diverso. Rastelli? Ci lega una grande amicizia"

Gaetano Fontana, allenatore della Turris, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Avellino

Un solo punto di distacco sulla zona playout e un derby in vista nel prossimo turno di campionato. Archiviata la sconfitta sul campo della Fidelis Andria, la Turris sarà attesa dall’Avellino al Partenio-Lombardi. Queste le parole di Gaetano Fontana in conferenza stampa:

“Ho vissuto male la settimana, le sconfitte non si vivono mai bene soprattutto a questo punto del campionato e in un momento in cui probabilmente avremmo dovuto dare un’accelerata ulteriore al percorso fatto. Davanti avevamo una grande chance per cercare di avanzare, ovviamente nel massimo rispetto per la Fidelis Andria che, come ho detto prima della partita, non era una squadra assolutamente demotivata nonostante la classifica. Era un avversario che avevamo analizzato, stava bene fisicamente e in salute, probabilmente non era riuscita a raggiungere dei risultati per situazioni che non dipendono solo dalla prestazione. Ai ragazzi ho detto che ci siamo presi un turno di riposo, non c’è stata la prestazione della mia squadra, non c’è stato ciò che è stato provato durante la settimana. Al di là dei concetti tecnici e tattici, non ho visto quella cattiveria e determinazione nel cercare risultato e prestazione. Quando capitano queste cose, mi assumo le responsabilità perché probabilmente non sono riuscito ad entrare fino in fondo nel loro animo. Sono convinto che domani sarà un'altra partita e ci sarà un altro tipo di atteggiamento, anche perché un atteggiamento come quello di Andria non è gradito da me e lo capiranno anche i ragazzi. I tre ex Maniero, Franco e Miceli? A livello personale sono partite particolari perché c’è una loro storia con l’Avellino, di diversa natura. Sarà una gara sicuramente stimolante, ma nel  momento in cui l'arbitro fischia tutti i pensieri svaniscono e mi auguro che ci sia solo la convinzione feroce da parte di tutti di fare risultato. Abbiamo lottato tanto, passato momenti particolari e tirato fuori la testa da una situazione complicata e adesso che siamo lì dobbiamo fare l'ultimo scatto. Lo pretendiamo. Mancano poche partite, dobbiamo abbassare la testa e pedalare forte. Rastelli? Con Massimo ci lega un’amicizia straordinaria, quando ci vediamo è grande festa. C’è rispetto e ripeto amicizia. Ognuno di noi cerca di ottenere il massimo, non sempre questo accade. Avellino? Non so cosa è accaduto, ma conosco la sua grande professionalità. La dedizione è totale e può restituite all’ambiente qualcosa d’importante. Non posso esprimere nessun giudizio sul campionato dell’Avellino, ho i miei pensieri e voglio raggiungere la salvezza immediatamente. La classifica non è mutata, questo deve darci forza e coraggio. I momenti negativi li hanno tutti, noi abbiamo pagato dazio. L’aspetto mentale conta tantissimo e quando ci sono obiettivi da raggiungere quello che determina è proprio l'aspetto emozionale. La mia squadra deve avere un forte sentimento per arrivare alla salvezza, ci abbiamo lavorato fin dal mio arrivo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turris, Fontana: "Con l'Avellino mi aspetto un atteggiamento diverso. Rastelli? Ci lega una grande amicizia"

NapoliToday è in caricamento