rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Il big-match va alla Turris, Catanzaro ko al Liguori. Le pagelle: Giannone sublime, la difesa è un bunker

La perla del capitano regala i tre punti alla brigata di Bruno Caneo. Ma al Liguori è l'intero collettivo a sfoderare una prestazione magistrale

È un banco di prova importante, un test utile per conoscere realmente le potenzialità del gruppo. Un'attesa per gli addetti ai lavori, ma non per Bruno Caneo consapevole delle qualità della sua truppa. E la Turris sfodera una prestazione magistrale contro un Catanzaro costruito per traguardi prestigiosi. Allo Stadio Amerigo Liguori è una gara pirotecnica nelle occasioni, tuttavia serve un solo guizzo. Quello del capitano e del punto di riferimento, Luca Giannone. L'invenzione del mago, al 77', con un controllo orientato, un palleggio e un pallonetto sul palo lontano. Una rete che fa esplodere il fortino torrese e spinge la squadra nelle zone nobili della classifica.

Le pagelle

Perina - Non deve compiere interventi miracolosi. Eppure le uscite sono provvidenziali e tra i pali è sempre reattivo. Guida benissimo il reparto ed è un pilastro nella manovra dell'intero undici. Voto 6.5

Manzi - Ha clienti tutt'altro che comodi da affrontare, la partita è diligente e attenta. Assieme ai compagni forma una cerniera difficilmente superabile, elemento valido nell'organizzazione tattica dei Corallini. Voto 6.5

Lorenzini - Giganteggia su Cianci, lascia pochissimo spazio all'avversario e la sua prestazione diventa maiuscola con le chiusure eccezionali sui tentativi offensivi dei giallorossi. Voto 6.5

Esempio - Due delle tante occasioni della frazione iniziale finiscono sui piedi del braccetto sinistro. Prima una conclusione che impegna Branduani, poi un rasoterra che esce di poco. In fase di rottura è prezioso. Voto 6.5

Ghislandi - Stringe i denti e scende in campo. Soltanto per la prima metà. Viaggia sulla corsia, è una spina nel fianco per il Catanzaro. Non rientra in campo dopo l'intervallo. Voto 6 (46′ Finardi - Svolge il compito del collega. Voto 6)

Bordo - Moltissima quantità e un pizzico di qualità. Quella necessaria nel fraseggio con Giannone in occasione del gol. Centrocampista di grande sostanza e applicazione. Voto 6.5

Franco - Avrebbe due potenziali opportunità per andare in rete, è sempre altruista a servire i compagni in zona offensiva. Metronomo fantastico, dai suoi piedi si sviluppano le azioni più pericolose. Voto 7

Varutti - È un motorino sulla corsia sinistra, colleziona due traversoni interessanti nel primo tempo: Leonetti e Santaniello non riescono a segnare. Da una sua iniziativa nasce l'opportunità che si spegne col palo ad avvio match. Voto 6.5

Giannone - Cresce con il passare dei minuti, si carica la squadra sulle spalle e la trascina alla vittoria. Al 77' c'è tecnica, qualità e visione. Dialoga con Bordo, controlla e palleggia: col sinistro scarica un pallonetto sul palo lontano. Una magia che vale tre punti pesantissimi. Voto 8 (81′ Di Nunzio s.v.)

Santaniello - Meglio nel primo tempo, ripresa non convincente. È costretto a giocare con la maschera protettiva, non un vantaggio per un attaccante. Fa quello che può. Voto 6 (61′ Loreto - Aiuto consistente alla squadra, limita le giocate avversarie. Voto 6)

Leonetti - Crea tanto, sciupa altrettanto. Si divora qualche occasione importante, in altre è semplicemente sfortunato. Prestazione sicuramente positiva. Voto 6 (84′ Pavone s.v.)

Caneo - Identità e gioco da top per la categoria, preparazione della partita ottima. Lettura impeccabile e i meriti dell'allenatore sono evidenti nell'ascesa della Turris.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il big-match va alla Turris, Catanzaro ko al Liguori. Le pagelle: Giannone sublime, la difesa è un bunker

NapoliToday è in caricamento