rotate-mobile
Calcio

Stangata Mariglianese, campo squalificato fino al 30 settembre e maxi-multa: il motivo

Il Giudice Sportivo si è pronunciato e ha punito la Mariglianese dopo l'ultima partita disputata in campionato

Squalifica del campo fino al 30 settembre e multa di 5mila euro per la Mariglianese dopo l’ultima gara di campionato. È questa la decisione del Giudice Sportivo che allega la seguente motivazione:

“SQUALIFICA DEL CAMPO DI GIUOCO FINO AL 30/09/2023 CAMPO NEUTRO – PORTE CHIUSE – DECORRENZA IMMEDIATA – AMMENDA € 5000,00:

U.S. MARIGLIANESE Per avere:

- persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società, nel corso dell'intervallo, accerchiato all'uscita dal terreno di gioco gli Ufficiali di gara e il Commissario di Campo rivolgendo loro espressioni grevemente offensive e minacciose. Una di tali persone spingeva il Direttore di gara verso un muro mentre l'intero gruppo (circa 10 perone) reiterava gli insulti e le minacce fino all'ingresso degli spogliatoi. Nella circostanza il Commissario di Campo veniva raggiunto da un pugno alla schiena che gli procurava sensazione di dolore.

- alcuni sostenitori presenti su una balconata posta a ridosso dell'ingresso degli spogliatoi, lanciavano da un’altezza di circa 3 metri, una mattonella che colpiva il Direttore di gara ad un piede ed un sasso che colpiva il Commissario di Campo su una coscia;

Al termine della gara, inoltre, una persona non identificata, faceva indebito ingresso sul terreno di gioco mentre rivolgeva espressioni offensive all'indirizzo dell'Arbitro che tentava di avvicinare con fare minaccioso, mentre circa 20 persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società, accerchiavano nuovamente la Terna Arbitrale rivolgendo espressioni offensive e gravemente minacciose all'indirizzo degli Ufficiali di gara.

All'uscita degli spogliatoi, mentre la società ospitata e gli Ufficiali di gara si accingevano a lasciare l'impianto sportivo, una persona non identificata chiudeva il cancello di uscita ingenerando un ulteriore stato di tensione. Il Direttore di gara, inoltre, rilevava che sulla sua vettura, data in custodia alla società, erano stati danneggiata entrambi gli specchietti retrovisori. Infine, mentre la Terna si trovava all’interno dell'abitacolo, ma ancora nel parcheggio dell'impianto, persona non identificata cercava di raggiungere l'auto di corsa e con fare minaccioso, non riuscendovi solo grazie all'intervento delle Forze dell'Ordine. Si segnala che tutte le condotte summenzionate hanno reso necessario il fattivo e reiterato intervento delle Forze dell'Ordine, le quali hanno, con fatica e a più riprese, ristabilito le necessarie condizioni di sicurezza, nonostante le continue intemperanze e aggressioni che inducevano a scortare tanto il pullman della società ospitata quanto l'auto della Terna fino all'immissione in autostrada. Sanzione così determinata anche in ragione della recidiva specifica di cui ai CU n.71 e 105. nonché del termine della Stagione Sportiva, e della oggettiva idoneità delle condotte a nuocere alla incolumità della Terna Arbitrale e del Commissario di Campo. Si fa obbligo di risarcire i danni se richiesti e documentati. (R A - R CdC)”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stangata Mariglianese, campo squalificato fino al 30 settembre e maxi-multa: il motivo

NapoliToday è in caricamento