rotate-mobile
Calcio

Serie D/Girone H - Afragolese corsara a Molfetta: Padulano e Mancino regalano la salvezza ai rossoblù

Un gol di Padulano ad inizio ripresa e il raddoppio di Mancino nel recupero hanno un peso importante: l'Afragolese è aritmeticamente salva

Una stagione difficile e iniziata con aspettative diverse. L’Afragolese però risponde alla chiamata più importante dell’anno e lo fa con una prestazione enorme. Vittoria in trasferta nella dimora della Molfetta e permanenza in Serie D conquistata con l’aritmetica. I rossoblù approcciano alla grande e si affacciano dalle parti degli avversari con una punizione di Celiento: la sfera termina a lato. Il numero 11 è in grande spolvero e ci riprova poco più tardi, al 10’, con un nuovo piazzato leggermente impreciso. È solo il preludio al gol del vantaggio che arriva al 13’ con Padulano: splendida giocata di Celiento che mette al centro per la testa del compagno, 0-1 e sfida sbloccata. Al 19’ disattenzione della retroguardia ospite, Romio va via verso la porta ma Provitolo è prodigioso in chiusura. La partita, nonostante la rete di Padulano, resta equilibrata e vive di fiammate. Nelle battute conclusive della prima frazione c’è da segnalare un solo squillo, ad opera dei padroni di casa con Vivacqua: Provitolo non si fa sorprendere e tiene il pallone in presa bassa. Il ritmo non cambia nel corso della ripresa, bisogna attendere il 59’ per la prima occasione del secondo tempo. Contropiede di Celiento che, ricevuta la sfera, scarica un destro verso la porta, ma l’esecuzione si spegne sul fondo. La compagine pugliese va a caccia del pareggio con Longo, Provitolo inchioda a terra. Al 68’ palla inattiva battuta da Stasi dal vertice alto dell’area, strepitosa risposta di Provitolo che smanaccia in corner. La Molfetta è costretta a giocare in inferiorità nel finale per espulsione di De Gol, autore di un fallo da ultimo uomo. In pieno recupero, l’Afragolese raddoppia con Mancino che, lanciato in contropiede, fa partire un destro potente che vale lo 0-2 definitivo.

Il club festeggia così: “È stata una stagione tortuosa, difficile e stancante, ma ciò che contava era portare la nave in porto. Ci siamo riusciti con la forza, la grinta ed il tanto sudore accumulato mese dopo mese, settimana dopo settimana, senza mai mollare un attimo. Godiamoci la permanenza in questa categoria guardando con fiducia al futuro”.

Il tabellino

Molfetta (4-3-3): Crispino; Mazzotti, De Gol, Lobjanidze, Stasi; Tarcinale, Romio, Zagaria; Avantaggiato (25’ Cianciaruso), Vivacqua, Longo. Allenatore: Bartoli

Afragolese (4-3-1-2): Provitolo; Percuoco, Allegra, Forte, Arrivoli; De Marco, Virgilio (87’ Camara), Tripicchio (84’ Caruso); Padulano (67’ Mancino); Celiento (81’ Sabatino), Martiniello (87’ Esposito). Allenatore: Buono

Arbitro: Fabio Cevenini di Siena

Marcatori: 14’ Padulano (A), 94’ Mancino (A)

Ammoniti: Provitolo (A)

Espulsi: De Gol (M)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D/Girone H - Afragolese corsara a Molfetta: Padulano e Mancino regalano la salvezza ai rossoblù

NapoliToday è in caricamento