rotate-mobile
Calcio

Il Nola va ko ad Avezzano, lo spareggio premia il Pomezia: bianconeri retrocessi in Eccellenza

Sconfitta sul campo neutro per il Nola, al Pomezia basta il lampo di Rocchi nelle battute finali: retrocessione in Eccellenza per i bianconeri

Disfatta allo Stadio dei Marsi di Avezzano, il Nola di Giuseppe Ferazzoli cade contro il Pomezia nello spareggio per accedere ai playout. In un clima ostile, senza pubblico amico e con qualche episodio arbitrale dubbio, la squadra napoletana esce sconfitta e retrocede in Eccellenza.

Il manto erboso non si presenta in perfette condizioni, le due squadre danno vita ad una partita equilibrata. Ritmi non alti, ma numerosi contrasti in mezzo al campo e pochissime occasioni in zona offensiva. Ci prova Lahrach al 7’, si alza la bandierina dell’assistente e l’arbitro fischia offside. Passano tre giri di lancette e Carta ha una buona opportunità da calcio piazzato, la barriera respinge. La difesa bianconera deve opporsi anche al tentativo seguente di Lo Pinto, mentre ci sono grandi dubbi al 17’ per una presunta gomitata di Sossai su Ruggiero. Sale la tensione, al 19’ Landi è miracoloso con un intervento super su Teti, innescato da Massella. Ancora il portiere campano deve volare sul cross velenoso di Carta. Soltanto al 26’ si registra la prima azione offensiva degna di nota dei napoletani con un tiro di Ruggiero che si spegne sul fondo. Alla mezz’ora rischio di Landi sugli sviluppi di un corner, poi l’estremo difensore si accartoccia e neutralizza il destro al volo di Oi dal limite al 38’ (nella circostanza fischiato un nuovo fuorigioco). Il primo tempo non regala altre emozioni, la posta in palio è importante e le formazioni rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

La ripresa si apre con una conclusione di Lo Pinto, smorzata dalla difesa: Landi disinnesca la minaccia. Al 48’ Palmieri scappa a destra e mette al centro, nessun compagno raccoglie il suggerimento. Sul ribaltamento di fronte, Oi converge in area e calcia col destro, Valerio respinge col corpo. Al 58’ punizione interessante, ma dalla lunga distanza, per il Nola: l’esecuzione di Ruggiero è da dimenticare. L’azione riparte, Lahrach prova a servire Teti che scivola in area al momento del tiro. Al 64’ grande occasione per Sparacello che di testa, su situazione da fermo, spedisce alto. L’attaccante cerca di stappare la sfida da punizione, il destro risulta largo. Al 72’ Palmieri manda in tilt la retroguardia e conclude, Marcucci si distende e para. Al 77’ Teti imbuca per Rocchi che scarica un sinistro verso la porta, Landi non è impeccabile: sulla respinta, il numero 17 insacca sotto la traversa da posizione defilata. Proteste di Russo e compagni per un contatto precedente su Staiano, l’arbitro convalida la marcatura. Tanto nervosismo e confronti accesi, il direttore di gara è chiamato a tranquillizzare gli animi. Il Nola va a caccia del pareggio, ma il Pomezia si difende e non concede nulla: 1-0 per i laziali al triplice fischio e bianconeri retrocessi in Eccellenza.

Il tabellino

Pomezia: Marcucci, Lahrach, Pizzuto, Rosania, Sossai, Oi (92’ Mezzina), Rocchi, Lo Pinto (75’ Rizzitelli), Carta, Massella (97’ Cabellud), Teti (88’ Nanni). A disposizione: D’Adamo, Gasbarra, Gagliardini, Di Nezza, Barbarossa. Allenatore: Fabrizio Ferazzoli

Nola: Landi (82’ Zizzania), Valerio, Lucarelli (82’ Manfrellotti), Marzuillo, Russo, Cassandro, Piacente, Staiano, Sparacello, Ruggiero, Palmieri. A disposizione: Sepe, Siniscalchi, Adorni, Castagna, Papa, Nappi, Gonzalez. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli

Arbitro: Gianluca Catanzaro di Catanzaro

Marcatori: 77’ Rocchi (P)

Ammoniti: Sossai, Lo Pinto (P), Lucarelli, Sparacello, Manfrellotti (N)

Espulsi: Carta (P), Landi dalla panchina (N)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Nola va ko ad Avezzano, lo spareggio premia il Pomezia: bianconeri retrocessi in Eccellenza

NapoliToday è in caricamento