rotate-mobile
Calcio

La Juve Stabia accoglie l'Avellino al Menti: le probabili formazioni e dove guardare la partita

La Juve Stabia, reduce dalla vittoria in trasferta contro il Monterosi, si prepara alla prima allo stadio Menti: a Castellammare arriva l'Avellino

Il successo di Teramo contro il Monterosi è soltanto un vecchio e dolce ricordo, per la Juve Stabia è tempo di pensare al posticipo di questa sera. Esordio stagionale allo stadio Menti per la squadra di Guido Pagliuca, fermato per un turno dal Giudice Sportivo e non in panchina: a Castellammare arriva l’Avellino di Massimo Rastelli, a caccia del riscatto dopo il ko al debutto stagionale. Derby tra due realtà storiche del calcio campano, ma l’impianto sarà blindato: chiusa la Curva San Marco per i padroni di casa a causa di una vecchia squalifica da scontare, negata la trasferta ai residenti nella provincia irpina e dunque settore ospiti chiuso.

Il tecnico gialloblè, nella consueta conferenza stampa alla vigilia, si è detto soddisfatto per la squadra messa a disposizione dalla società e ha messo nel mirino i prossimi avversari: “Sono molto contento dei ragazzi, di come il direttore ha costruito la squadra e della quotidianità che la nostra società porta. Sono consapevole che l’Avellino sia una squadra importante, costruita molto bene. Quindi pensiamo alla partita di domani. Cosa mi aspetto domani e cosa ho chiesto ai ragazzi? Niente di diverso da quello che hanno fatto domenica, quando abbiamo la palla ci dobbiamo divertire, stando attenti all’equilibrio e alle posizioni sul campo. Una cosa che deve essere diversa da domenica è il morso, che deve essere ancora più marcato. Pressioni sull’Avellino? Ogni squadra è costruita per determinate pressioni. L’Avellino ha giocatori che sono pronti a reggerla. D’altro canto penso che fra noi e loro ci sia una differenza di budget altissima. Siamo concentrati su noi stessi. Sono convinto che se i ragazzi daranno il massimo, verremo fortemente spinti dal nostro pubblico che ha bisogno di vedere una squadra che gioca a calcio, un gruppo che lotta. Come sta la squadra? Abbiamo solo un dubbio su un calciatore che ha avuto un piccolo problema fisico, se non dovesse farcela faremo una rotazione. Può darsi che ci sia qualche cambiamento dagli undici di domenica, anche in virtù di una settimana dove abbiamo spinto”.

Intanto, il direttore tecnico biancoverde, Giorgio Perinetti, in una recente intervista, ha gettato acqua sul fuoco in merito alle polemiche per la sconfitta all’esordio. Rastelli, nel corso del suo intervento pre-partita, ha commentato: “In ogni partita voglio vedere miglioramenti, il gruppo deve riuscire a giocare per quelle che sono le sue potenzialità. Juve Stabia? È una bella squadra, giovane, con ottime idee di gioco. Non ha grandi pressioni, è partita bene con il Monterosi, ha quasi sempre condotto la gara. Ha anche alternative, giocatori duttili che non ti danno punti di riferimento. Dobbiamo lavorare su queste cose. Latina? La voglia di vincere quella partita ci ha portato fuori binario e abbiamo giocato con frenesia, poca lucidità, permettendo al Latina di chiudersi e ripartire. Ho calciatori che hanno una condizione molto buona, perché hanno iniziato la stagione dal primo giorno di ritiro, altri sono arrivati dopo e col tempo ci daranno una mano. Sta a me poi valutare il momento giusto e la partita giusta. Società? Il presidente mi ha chiamato domenica sera, ci siamo confrontati su quello che era stata la partita. Mi ha fatto molto piacere, perché sapere che ha fiducia in me è molto importante. Critiche? Io credo di essere un grande professionista, molto legato a questa piazza. Mi sento il primo in torto quando non arrivano i risultati. Il campionato sappiamo che è difficile, ci sono tantissime squadre che possono crearti difficoltà, però c’è anche bisogno di tempo per assemblare un gruppo con 14-15 ragazzi nuovi”.

La struttura tattica della Juve Stabia, dopo la vittoria ottenuto contro il Monterosi, non dovrebbe cambiare: avanti con il 4-3-2-1 per Pagliuca che si affida a Thiam tra i pali e alla coppia difensiva Bachini e Bellich, con Baldi a destra e Mignanelli a sinistra. Gerbo, Leone e Buglio sono candidati a una maglia dal primo minuto in mediana, Bentivegna e Piscopo agiranno sulla trequarti alle spalle di Candellone. Rastelli, dal canto suo, confermerà il 4-3-1-2. Non ci saranno gli squalificati Pane e Rigione, oltre agli infortunati Russo, Maisto, Falbo e Pezzella. In porta ci va Ghidotti, Cionek e Benedetti nel reparto arretrato con Cancellotti e Tito. La novità in mezza al campo è rappresentata da Sannipoli, Varela dovrebbe supportare Patierno e Marconi.

A dirigere la partita sarà Matteo Centi della sezione di Terni, coadiuvato da Andrea Cravotta di Città di Castello e Andrea Bianchini di Perugia. Il Quarto Ufficiale sarà Gianluca Catanzaro. La partita Juve Stabia-Avellino, con fischio d’inizio alle 20.45, sarà visibile su Sky Sport in diretta tv al canale 253. In streaming sulle piattaforme Sky Go e Now Tv.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Juve Stabia accoglie l'Avellino al Menti: le probabili formazioni e dove guardare la partita

NapoliToday è in caricamento