rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Calcio

Giugliano, Cerone lascia i gialloblù: "Non sempre si va nella stessa direzione, la riconoscenza è un sentimento del giorno prima"

Il fantasista lascia i gialloblù dopo una stagione che l'ha visto protagonista sul piano personale: le sue reti hanno contribuito al salto di categoria

Le strade del Giugliano e di Federico Cerone si dividono. Uno dei grandi protagonisti della promozione in Lega Pro non resterà in gialloblù. Il bomber di Roma, autore di 17 reti e 12 assist in 37 apparizioni con la casacca dei Tigrotti, dice addio con un post sui social. Un mancato accordo per la permanenza, il classe 1985 adesso dovrà guardarsi intorno per una nuova sistemazione. Tuttavia, non sono mancati i ringraziamenti di Cerone alla società, a mister Ferraro, ai compagni e all'intera città:

"Eccoci qui… Siamo arrivati al momento dei saluti!!! Da dove iniziamo? Dalla fine, dal trionfo, dall’aver scritto la storia calcistica di una città intera, dall’aver ridato sogni, entusiasmo e credibilità ad un popolo che ne aveva bisogno, e tutto questo fatto con estrema difficoltà ma con una grande professionalità, volontà ed unità di intenti. Abbiamo dimostrato di essere i più forti dall’inizio alla fine prima nella testa e poi sul campo. Purtroppo però a malincuore non sempre le situazioni e le idee vanno nella stessa direzione, anzi molto spesso si cambia complicandosi la vita poiché si da priorità a tutto fuorché al calcio giocato…ma questo è un capitolo a parte! Vi lascio in una categoria superiore con la Vittoria del campionato ed una finale Scudetto, credo che anche in questo caso il campo abbia dato tutte le risposte del caso!

Voglio salutare tutto il popolo del Giugliano Calcio sparso per tutta Italia, mandare un abbraccio e un grande ringraziamento anche a voi per aver contribuito alla Vittoria!!! Non per ultimo voglio ringraziare tutti i miei compagni, lo staff, la dirigenza e la società ma voglio fare una menzione particolare al signor Ferraro, signore vero e proprio, che non è mai sceso a compromessi con nessuno ed è andato dritto con le sue idee. Grazie! Quello che ho imparato quest’anno è che la riconoscenza è un sentimento del girono prima, che mai come in questo momento calza a pennello! Lottate per tenervi stretto ciò che noi abbiamo conquistato con il cuore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giugliano, Cerone lascia i gialloblù: "Non sempre si va nella stessa direzione, la riconoscenza è un sentimento del giorno prima"

NapoliToday è in caricamento