rotate-mobile
Calcio

Serie C/Girone C - La Juve Stabia rimonta il Pescara, da 2-0 a 2-2: Silipo e Zigoni regalano un punto prezioso alle Vespe

Juve Stabia di carattere e di determinazione, a Pescara arriva un buon pareggio in rimonta: i gol dalla panchina salvano Pochesci

La Juve Stabia torna in campo. Dopo il pesante ko contro il Catanzaro, la squadra di Sandro Pochesci è di scena nella tana del Pescara, compagine che ha ritrovato Zdenek Zeman sulla panchina. Il rendimento delle ultime settimane non è stato positivo, le Vespe, tuttavia, vogliono mettere alle spalle il momento poco felice con una prestazione importante in un altro test proibitivo sulla carta. Una difesa a tre e una linea di cinque a centrocampo, con D’Agostino e Maggioni sulle corsie. In attacco, c’è Bentivegna ad assistere Pandolfi.

La prima conclusione verso lo specchio è dei campani con il numero 10 che ci prova direttamente da calcio piazzato: la traiettoria chiama Plizzari all’intervento. Al 7’ tentativo di Aloi dall’interno dell’area, nessun problema per Russo. Al 10’ sortita interessante dei padroni di casa, il pacchetto arretrato di Pochesci è attento. Al 17’ Merola cerca il pallonetto da lontano, l’estremo difensore non si fa sorprendere. A metà frazione, Cinaglia è provvidenziale in salvataggio su Lescano. Sul ribaltamento, Altobelli fa partire un missile che si spegne di poco alto sopra la traversa. Al 36’ apertura di Palmiero per Desogus che salta un avversario e conclude a giro: parabola imprecisa. A pochi minuti dal ritorno negli spogliatoi, il Pescara riesce a sbloccare la sfida: al 43’ Desogus scodella al centro, Lescano stacca e trafigge Russo. Nel recupero, il team di casa si divora il raddoppio con Merola. La Juve Stabia, che rientra per l’intervallo, è costretta a rincorrere. L’avvio di ripresa non sorride ai gialloblè che incassano il secondo gol da parte dei ragazzi di Zeman: ancora Lescano, su assistenza di Merola, sfrutta la disattenzione delle Vespe e insacca. La reazione dei napoletani è un tiro al volo di D’Agostino su lancio dalle retrovie di Scaccabarozzi. Tocca poi a Zigoni impegnare Plizzari con una girata da buona posizione. Al 58’ incornata di Pandolfi su palla inattiva, iniziativa larga. Al 62’ il destro di Palmiero, su ennesima idea di Merola, sfiora il palo. Al 68’ altra insidia per i campani, costruita da Merola. Sul capovolgimento, gli uomini di Pochesci riescono ad accorciare con il subentrato Silipo, abile a concretizzare un contropiede col mancino al 71’. Il Pescara non capitalizza una chance con Lescano e la Juve Stabia approfitta della situazione per punire: al 74’ arriva il clamoroso pareggio, nel giro di pochi minuti, firmato da Zigoni. Il centravanti batte Plizzari con un tocco morbido. All’83’ è la traversa a negare la rete a Pandolfi. Nel recupero Mora trova la via del gol ma l’arbitro annulla per tocco di mano. Le Vespe raddrizzano la partita e raccolgono un prezioso pareggio all’Adriatico: 2-2 è il risultato definitivo.

Il tabellino

Pescara (4-3-3): Plizzari; Cancellotti, Brosco, Boben (76’ Mesik), Milani; Aloi, Palmiero, Mora; Merola, Lescano, Desogus (76’ Cuppone). A disposizione: Sommariva, D’Aniello, Crescenzi, Ingrosso, Rafia, Aloi, Germinario, Catena, Delle Monache, Vergani, Kolaj. Allenatore: Zdenek Zeman

Juve Stabia (3-5-2): Russo; Cinaglia, Vimercati (64’ Silipo), Caldore; Maggioni, Scaccabarozzi, Maselli, Altobelli, D’Agostino (79’ Gerbo); Bentivegna (46’ Zigoni), Pandolfi. A disposizione: Barosi, Peluso, Ricci, Carbone, Berardocco, Moreschini, Rosa, Volpe. Allenatore: Sandro Pochesci

Arbitro: Andrea Zanotti di Rimini

Marcatori: 43’ Lescano (P), 46’ Lescano (P), 71’ Silipo (JS), 74’ Zigoni (JS)

Ammoniti: Boben, Palmiero (P), Altobelli, Vimercati (JS)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C/Girone C - La Juve Stabia rimonta il Pescara, da 2-0 a 2-2: Silipo e Zigoni regalano un punto prezioso alle Vespe

NapoliToday è in caricamento