rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Calcio

Serie C/Girone C - Giugliano salvato da Sorrentino allo scadere: Pescara agganciato al 95'

La marcatura dell'attaccante evita il terzo ko di fila ai Tigrotti: Delfino acciuffato nelle battute conclusive del match allo Stadio Adriatico

Trasferta complicata sulla carta per il Giugliano di Raffaele Di Napoli. Dopo le due sconfitte consecutive, i Tigrotti affrontano il Pescara allo Stadio Adriatico: l’obiettivo è ritrovare punti in ottica salvezza. Solito scacchiere per la formazione gialloblù che si affida all’esperienza di Scognamiglio, anche ex di giornata. Felippe ed Eyango guidano il centrocampo, parco avanzato sulle spalle di Salvemini e La Monica.

La partita si inaugura con un piazzato interessante per i napoletani, sul capovolgimento fiammata di Mora che spaventa la retroguardia. I ritmi del match non sono altissimi, diversi errori in fase di costruzione da una parte e dall’altra. Al 12’ Crescenzi serve Mora che sfodera un tiro alto rispetto allo specchio difeso da Sassi. Poco dopo il quarto d’ora di gioco, ci prova Di Dio dalla distanza, ma il risultato non cambia. Al 24’ ottima opportunità per la brigata abruzzese con Merola che si presenta a tu per tu con Sassi: il portiere è abile a disinnescare. Al 31’ interessante occasione per il Giugliano con Felippe, Plizzari deve rifugiarsi in angolo. Pochi secondi dopo, su un pallone perso dai locali, Salvemini si coordina e calcia: Plizzari sale ancora in cattedra. Al 36’ è il Pescara a sfiorare il gol con Crescenzi, si salvano i Tigrotti a pochi passi dalla porta. Non succede più nulla, all’intervallo è 0-0. Il secondo tempo si apre con un tentativo errato di Vergani, poi al 50’ il Delfino sblocca il risultato: Merola calcia da fuori area e fulmina Sassi, si stappa la sfida all’Adriatico. Al 56’ Rafia vede Sassi fuori dai pali e prova con un tiro da metà campo: il portiere neutralizza. Al 61’ episodio importante: i padroni di casa subiscono un contropiede, La Monica viene steso da Plizzari che si becca il rosso. Superiorità numerica per il Giugliano per oltre mezz’ora, Di Napoli rivoluziona la squadra e va a caccia del pareggio. L’undici a trazione anteriore premia i gialloblù, il gol arriva nel recupero con Sorrentino che evita la sconfitta. Biancazzurri agganciati poco prima del triplice fischio: i Tigrotti evitano il terzo ko di fila.

Il tabellino

Pescara (4-3-3): Plizzari; Crescenzi, Bosco, Boben, Cancellotti; Aloi (46’ Lescano), Gyabuua (93’ Germinario), Mora; Rafia (76’ Cuppone), Vergani (62’ Sommariva), Merola (76’ Palmiero). A disposizione: D'Aniello, Mesik, Milani, Ingrosso, Kolaj, Delle Monache. Allenatore: Colombo

Giugliano (3-5-2): Sassi; Biasiol (77’ Iglio), Scognamiglio, C. Poziello; Di Dio, R. Poziello (63’ Ghisolfi), Eyango (83’ Sorrentino), Felippe, Oyewale (63’ Rizzo); Salvemini, La Monica (77’ Piovaccari). A disposizione: Viscovo, Siamatas, Zullo, Rondinella, Mesisca, Ceperano, Ciuferri, Gomez, Felici. Allenatore: Di Napoli

Arbitro: Luca Cherchi

Marcatori: 50’ Merola (P), 95’ Sorrentino (G)

Ammoniti: Mora (P), Scognamiglio, Biasiol (G)

Espulso: 61’ Plizzari (P)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C/Girone C - Giugliano salvato da Sorrentino allo scadere: Pescara agganciato al 95'

NapoliToday è in caricamento