rotate-mobile
Calcio

Serie C/Girone C - La Juve Stabia cade ancora, il Picerno sbanca il Menti: devastante Gerardi, male la difesa gialloblé

Seconda sconfitta consecutiva per la Juve Stabia che deve rimandare la vittoria davanti al suo pubblico. Gerardi trascina il Picerno con una rete e due assist

Ritrovare i tre punti davanti al proprio pubblico. È questa la missione odierna della Juve Stabia di Walter Novellino che sfida il Picerno di Antonio Palo allo Stadio Romeo Menti. I gialloblé, con un ko da riscattare, puntano al bottino grosso tra le mura amiche. Il team locale, d'altro canto, cerca la risalita in classifica dopo le tre sconfitte consecutive rimediate.

È una partita più tattica che tecnica quella di Castellammare. Primi minuti bloccati, le due squadre si studiano per un lungo periodo e non accennano ad azioni offensive. Soltanto al quarto d'ora, gli ospiti riescono a passare in vantaggio con De Marco. Il centrocampista, in contropiede, viene servito da Gerardi e col destro fulmina Sarri. La reazione della squadra di casa non si fa attendere, ma è il solo Panico a mettere apprensione alla retroguardia di Palo. Al 21' Vivacqua ci prova di testa, l'estremo difensore blocca. Al 29' è Donati, su suggerimento di Altobelli, a cercare la porta: la traiettoria disegnata è distante dai pali. Alla mezz'ora il Picerno raddoppia con Vivacqua che, pescato da Gerardi, colpisce la Juve Stabia per la seconda volta. Al 35' Eusepi accorcia di testa e tiene vive le speranze di Novellino.

L'ingresso in campo è più determinato per Panico e compagni, al 56' è Rizzo - in azione personale - a liberare un sinistro impreciso. Al 58', però, arriva la doccia fredda. Gerardi, in una giornata di grazia, colpisce indisturbato e sigla il tris: un gol e due assist per il centravanti. Le Vespe riaprono parzialmente la gara con lo sfortunato autogol di Ferrani che spedisce il pallone alle spalle di Albertazzi. L'intensità si abbassa vistosamente, neanche i cambi dalla panchina riescono a dare una sterzata alla manovra gialloblé. Al 73' è Bentivegna a calciare dalla distanza senza trovare il bersaglio. Nelle battute finali, il subentrato Coratella accarezza l'idea del poker con una zuccata non precisa. Nel recupero, Albertazzi protegge sul diagonale di Eusepi e salva il risultato.

Il tabellino

Juve Stabia (3-5-2): Sarri; Cinaglia (76' Schiavi), Tonucci, Caldore; Donati (36' Bentivegna), Davì (58' Evacuo), Berardocco, Altobelli, Rizzo; Panico, Eusepi. A disposizione: Russo, Sarri, Stoppa, Scaccabarozzi, Squizzato, Della Pietra, Lipari, Troest, Esposito. Allenatore: Walter Novellino

Picerno (3-5-2): Albertazzi; Finizio (78' De Cristoforo), Ferrani, Allegretto; Vivacqua (61' Terranova), De Ciancio, De Marco (68' Setola), Pitarresi, Guerra; Gerardi (68' Coratella), Reginaldo (78' De Franco). A disposizione: Viscovo, Summa, Alcides Dias, Dettori, Carrà, Viviani. Allenatore: Antonio Palo

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola

Marcatori: 15' De Marco (P), 31' Vivacqua (P), 36' Eusepi (JS), 56' Gerardi (P), 64' aut. Ferrani (JS)

Ammoniti: Tonucci (JS), De Ciancio, Coratella (P)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C/Girone C - La Juve Stabia cade ancora, il Picerno sbanca il Menti: devastante Gerardi, male la difesa gialloblé

NapoliToday è in caricamento