rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Calcio

Napoli-Legia Varsavia, Spalletti: "Gara decisiva. Osimhen non giocherà dall'inizio"

Il tecnico e Kalidou Koulibaly hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del match europeo contro i polacchi

"Questa gara è decisiva. Se non dovessimo vincere, sarà molto difficile restare poi dentro questa competizione. E' importante dare continuità ai risultati anche per il campionato. Abbiamo una rosa che ci consente di stare in questa competizione. Noi diamo la stessa importanza a tutti gli impegni. Si va in ritiro normalmente. Il Capitano (Insigne) e il Comandante (Koulibaly) hanno detto che si va in ritiro, i calciatori vogliono andarci per non cambiare nulla. Il nostro mpegno non cambia a seconda della partita, è sempre assicurato". Così Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Legia Varsavia.

Il tecnico azzurro ha parlato anche delle possibili scelte di formazione: "Parlare di turn over è offensivo nei confronti di questi calciatori. A inizio campionato giocavano titolari Meret, Manolas, Lobotka. E adesso che non giocano è per turn over? Mertens e Demme giocano perchè si fa turn over? Sono semplicemente altri titolari. Juan Jesus può giocare anche a sinistra, può essere che ci sia lui domani nel ruolo di terzino. Si fanno tutte le valutazioni possibili e si mette in campo una squadra per vincere la partita, perchè noi vogliamo vincere questa partita. Zielinski non ci sarà, a causa del problemino che ha avuto. Mertens sarà della partita, dall'inizio o a gara in corso vedremo. Il suo rientro è molto importante, così come quelli di Demme e Lobotka. Osimhen a riposo? Ci sono dei calciatori che hanno dei muscoli differenti dagli altri, che riescono a rigenerarsi in tempi diversi. E lui è uno di questi, così come Koulibaly. Avendo, però, una rosa come la nostra si può fare attenzione. Osimhen domani può essere anche della partita, ma non partirà dall'inizio". 

"Gli ingredienti perchè questo diventi un Napoli fortissimo ci sono tutti, ma le valutazioni si fanno in fondo", ha aggiunto l'allenatore. 

Spalletti è poi tornato anche sulla partita con il Torino e su Lozano e Insigne: "Hirving era dispiaciuto per la sostituzione, ma in allenamento ha subito reagito da campione. Lorenzo è sereno, sa che si può sbagliare un rigore. Cambiare rigorista non ci darebbe alcuna certezza". 

In conferenza stampa ha parlato anche Kalidou Koulibaly: "Per la partita di domani dobbiamo essere pazienti e attenti. E' una squadra che si chiude e riparte bene. Se sono primi nel girone lo meritano. Dobbiamo cercare di fare gol il prima possibile. E' una partita assolutamente da vincere. Mi da molto fastidio che abbiamo preso tanti gol in Europa League. Dobbiamo partire dal ritrovare quella solidità che abbiamo in campionato anche in Europa. Mi fa piacere che il mister mi chiami Comandante, ma qui tutti sono importanti per la squadra. Io sono da tanti anni qui e ci sta che devo provare a motivare anche gli altri. Nello spogliatoio in questo momento si vive bene, quando si vince è sempre così, e si vede anche in campo. Questo è uno dei gruppi più forti in cui ho giocato. L'anno scorso ci sono mancate un po' di cose. Dobbiamo dimostrare la nostra forza sul campo, sempre però mantenendo i piedi a terra e correggendo gli errori che commettiamo. Tutti i mister che ho avuto qui a Napoli mi hanno insegnato tanto, da Benitez a Spalletti. Per noi è importante andare avanti in questo girone di Europa League. Sarebbe un peccato se il Napoli non ce la facesse. La qualificazione credo sarà in bilico fino all'ultima partita".

Il difensore azzurro ha risposto anche ad una domanda sui fatti di Firenze: "Ho ricevuto tantissimi messaggi e questo mi ha fatto piacere. Quello che è successo a quel ragazzo mi dispiace anche, per due notti non ho dormito, pensavo fosse colpa mia. Posso anche incontrarlo, per me non è un problema, per capire cosa è successo nella sua testa". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli-Legia Varsavia, Spalletti: "Gara decisiva. Osimhen non giocherà dall'inizio"

NapoliToday è in caricamento