rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Spalletti: "Noi siamo il mezzo per raggiungere la nostra felicità e di tutti i nostri tifosi"

Il tecnico del Napoli ha parlato in conferenza stampa a Castel Volturno alla vigilia del match contro l'Atalanta

"Noi dobbiamo avere in testa come chiodo fisso che siamo il mezzo per raggiungere la nostra felicità e di tutti i nostri tifosi. Dipende da noi e dobbiamo esserne coscienti. Siamo partiti per degli obiettivi ben chiari e poi vedremo strada facendo che tipo di viaggio sapremo portare avanti". Così Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa a Castel Volturno alla vigilia di Napoli-Atalanta.

Il match del Maradona sarà particolarmente complicato, viste le tante assenze in casa azzurra e in considerazione dell'ottimo stato di forma degli avversari: "Questo gruppo ha dimostrato quanto ha a cuore questa maglia. Adesso hanno tutti l’occasione di giocare e mi aspetto di vedere la loro voglia di dare il massimo in campo. L’Atalanta è un avversario forte e scomodo. Noi dobbiamo cercare di sfruttare le nostre caratteristiche per guidare la partita ed essere protagonisti, altrimenti sono loro che ti portano in giro per il campo”.

Spalletti ha parlato anche della squalifica che gli impedirà di essere in panchina contro i nerazzurri: "F?accio fatica a sopportarla perché mi dispiace molto stare fuori alla gara. Però io ho sempre chiesto a tutti i miei calciatori e al mio staff di avere un comportamento corretto e accettare gli errori arbitrali o le provocazioni degli avversari. Gli errori dell’arbitro ci sono, così come ci sono quelli dell’allenatore. Purtroppo sono stato io a non avere avuto un  atteggiamento corretto e chiederò scusa alla squadra, perché ho sbagliato”.

Sul periodo poco fortunato in termini di infortuni, il tecnico azzurro ha aggiunto: "Certamente non siamo stati fortunati in questo periodo tra Covid e infortuni, però confido nella capacità e nella professionalità enorme dei miei uomini che ringrazio per aver ottenuto questi risultati sinora. Sulle scelte di formazione non voglio dare vantaggi a Gasperini, quindi non darò indizi! Mertens? Domani sarà il nostro capitano. E' lui che ci deve guidare".

Chiusura sugli obiettivi stagionali: "Nel calcio ogni viaggio è sempre verso l'ignoto. Noi addirittura abbiamo buttato via alcune possibilità di avere una situazione anche migliore. Quello che abbiamo ottenuto è meritato e l'ho detto alla squadra. Dobbiamo sapere bene che abbiamo fatto un buon calcio, tanti risultati e che abbiamo una buona classifica". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spalletti: "Noi siamo il mezzo per raggiungere la nostra felicità e di tutti i nostri tifosi"

NapoliToday è in caricamento