rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Calcio

Juve Stabia, Pochesci: "Basta paura, c'è bisogno di coraggio. Giugliano? Non guardiamo l'avversario, vogliamo vincere"

L'allenatore gialloblè è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Giugliano, in programma allo Stadio Menti

Un ottimo pareggio in quel di Pescara, con carattere e convinzione nonostante il doppio svantaggio. Per la Juve Stabia di Sandro Pochesci, però, è giunto il momento di raccogliere una vittoria che manca da troppo tempo. Il prossimo appuntamento in campionato sarà allo Stadio Menti contro il Giugliano, queste le parole dell’allenatore in conferenza stampa:

“Quei tre minuti di Pescara hanno detto quello che ho sempre pensato. Questa squadra può fare due gol a tutti quanti, li ha fatti in tre minuti ma nel resto della gara ha avuto anche altre occasioni. Mi sono arrivate delle risposte che trovano riscontro nella quotidianità di questi ragazzi. Bisogna cambiare la mentalità, con più coraggio possiamo arrivare alla vittoria. Dobbiamo mettere da parte la paura. Giugliano? C’è un po’ tutto, dal derby al rush finale della stagione. Non dobbiamo guardare l’avversario, ma noi stessi. Ci manca la vittoria, la desideriamo e la vogliamo tutti quanti: dobbiamo conquistarla. Mignanelli? Non ho notizie, si sta curando. Dell’Orfanello? Si sta allenando, ma non è ancora pronto. Speriamo di riaverlo per la prossima settimana contro il Latina. Come sta la squadra? Una squadra che al 96’ fa un contropiede, partendo dalla propria area e arrivando in quella avversaria con cinque giocatori, penso si possa parlare di tutto ma non della condizione fisica. Non si rimontano facilmente due gol a una squadra superiore. Per me sono alibi mentali che ci facciamo. La squadra deve ragionare da tale e fare ciò che l’allenatore dice. Questi ragazzi fanno tutto, tranne una parte che non riesco a mettere in testa: avere il coraggio, quello visto contro Pescara e Catanzaro. Questa squadra è abituata a prendere uno schiaffo e poi a reagire, non voglio questo. Una squadra matura deve fare altro e imporre il proprio gioco da sempre. Devo fargli capire questa cosa, bisogna essere convinti di ciò che facciamo sempre, al netto dall’avversario e dal risultato. Serve ragionare soltanto per raggiungere l’obiettivo: la vittoria. Abbiamo incontrato tutte le migliori, i calciatori devono giocare con la testa libera e pensare di essere professionisti. Dobbiamo giocarcela sempre dal primo minuto, cercando di mettere in difficoltà gli avversari fin dall’inizio. Cerchiamo noi di essere quelli belli. Basta scuse, troviamo le soluzioni attraverso il lavoro settimanale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve Stabia, Pochesci: "Basta paura, c'è bisogno di coraggio. Giugliano? Non guardiamo l'avversario, vogliamo vincere"

NapoliToday è in caricamento