rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Calcio

Giugliano, Di Napoli: "Orgoglioso di essere ancora qui e felice per la riconferma. Sarà una Serie C più difficile, ma vogliamo migliorarci"

L'allenatore del Giugliano, Raffaele Di Napoli, rilascia alcune dichiarazioni durante la conferenza alla vigilia dell'inizio della nuova stagione

La conferenza stampa di presentazione che anticipa il raduno della prima squadra, in programma domani. Via all’annata sportiva 2023/24 per il Giugliano, mister Raffaele Di Napoli rilascia alcune dichiarazioni alla vigilia dell’inizio della nuova stagione: “Sono orgoglioso di essere ancora qui e di ritrovarvi. Sono una persona felice perché la presidenza e la dirigenza mi hanno riconfermato alla guida di questa squadra. Per me è un onore continuare il percorso avviato l’anno scorso con una proprietà molto seria e con la possibilità di tornare a giocare a casa nostra. L’anno scorso abbiamo fatto tanti sacrifici, la società non ci ha fatto mai mancare nulla. È giusto ritornare nella nostra città e nella nostra casa, speriamo di fare un grandissimo campionato. Ci saranno momenti difficili, lì si vedrà la forza del gruppo e del club. I tifosi ci sono mancati, ringrazio chi ci ha sempre sostenuto e ha fatto sacrifici: abbiamo sentito la vostra vicinanza e i ragazzi hanno dimostrato grande attaccamento alla maglia. Ho grande responsabilità verso questa piazza. Sono sicuro che, con la giusta sintonia, potremmo divertirci. Oggi ho la fortuna di lavorare con persone di spessore, siamo una squadra che ha alzato l’asticella. Il nostro obiettivo resta la salvezza, ma dobbiamo migliorarci perché sono consapevole degli sforzi fatti dalla società. Chi arriverà, avrà grande motivazione e darà un grande contributo a un gruppo che l’anno scorso ha fatto la differenza. Ringrazio ogni calciatore della passata stagione, dico che mi dispiace per l’addio alcuni ragazzi ma si fanno delle scelte. Mi è dispiaciuto per Ciro Poziello, era un punto di riferimento per noi. La società aveva fatto una proposta di contratto di due anni, però lui ha preso una decisione diversa. Giugliano vuole vincere, per farlo dobbiamo lottare dal primo all’ultimo giorno, rispettando la maglia che indossiamo”.

Sul tipo di percorso, sugli obiettivi e sul gruppo, Di Napoli risponde: “Sarà un campionato difficile. L’anno scorso non siamo entrati nella griglia playoff per la classifica avulsa. Lotteremo per qualcosa di diverso, ma bisogna mettere un mattoncino alla volta. Domani inizieremo la preparazione, l’anno scorso eravamo un’incognita. Oggi la situazione è diversa per noi, ma il campionato sarà più complicato. Abbiamo una certezza: il Giugliano è rispettato da chiunque, non è più una sorpresa. Sarà difficile riconfermarci, ma ci stiamo attrezzando. Abbiamo ingaggiato una serie di giocatori che alzano l’esperienza, abbiamo preso ragazzi validi che vengono ad integrarsi nel gruppo della scorsa stagione. Sarà importante sapere chi siamo e cosa vogliamo. Modulo? Credo nei concetti, non nel sistema. Dobbiamo migliorare sulla fase difensiva, abbiamo concesso troppi gol, mentre in attacco abbiamo dimostrato qualità. Sono contento del rendimento di Biasiol e Poziello, ma stiamo provando a cambiare per fare qualcosa di diverso. Siamo partiti con la difesa a tre, abbiamo avuto anche la capacità di passare alla linea a quattro. Anche in attacco abbiamo modificato l’assetto nel corso della stagione. Abbiamo acquistato calciatori duttili, Giorgione può fare più ruoli. Adesso tocca a me amalgamare la squadra. Sono contento che si percepisca entusiasmo, sono una persona ambiziosa, tuttavia c’è sempre bisogno di programmazione. Qui c’è una proprietà solida, ma servono tempo, continuità e crescita per gettare le basi per qualcosa d’importante. Il mio credo è nella squadra, renderò partecipi tutti i ragazzi. Il lavoro sul mercato finora è stato significativo, ad inizio stagione abbiamo già la squadra a buon punto. De Rosa? Sta recuperando, ha avuto un problema serio. Sta facendo sacrifici, ma non sarà un recupero immediato. Mercato? I giocatori presi sono funzionali al progetto, altrimenti non avrebbe avuto senso. Sono contentissimo e soddisfatto. Che campionato sarà? Da parte nostra più ambizioso, dobbiamo osare un po’ per crescere. Non bisogna guardare indietro”.

Il direttore sportivo Antonio Amodio ha fatto il punto sul mercato: “Oggi abbiamo ufficializzato Marotta, il mercato non è chiuso ma il suo arrivo è la ciliegina sulla torta. Iglio ha chiesto la cessione ed è stato accontentato. Oyewale e Rondinella sono giocatori del Giugliano. Gladestony rinnova, Salvemini la stessa cosa. Felippe ha un altro anno di contratto con noi e valuteremo bene cosa fare. Gladestony e Salvemini? Sono stati blindati dalla società. Quest'anno sul mercato abbiamo avuto meno difficoltà dell'anno scorso. Stiamo acquistando anche giovani di proprietà per patrimonializzare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giugliano, Di Napoli: "Orgoglioso di essere ancora qui e felice per la riconferma. Sarà una Serie C più difficile, ma vogliamo migliorarci"

NapoliToday è in caricamento