Venerdì, 19 Luglio 2024
Calcio

Folorunsho: "Un anno fa era impensabile giocare l’Europeo, ma non ho mai smesso di sognare"

Il centrocampista del Napoli ha parlato dal ritiro della Nazionale

“Un anno fa per me era impensabile giocare l’Europeo con la Nazionale. Alla base di tutto c’è il lavoro, non ho mai smesso di sognare e questo mi ha spinto fin qui, ma è arrivati a certi livelli che viene il difficile perché bisogna restarci. Per me è un nuovo punto di partenza, so di essere indietro rispetto ai miei compagni, ma continuerò a lavorare giorno dopo giorno per cercare di migliorarmi”. Così Michael Folorunsho ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale.

Il centrocampista del Napoli è pronto qualora Spalletti dovesse chiamarlo in causa per il match contro la Spagna, come già avvenuto nei minuti finali della gara di esordio contro l'Albania: "Se gioco bisogna chiederlo al mister, per me è già un onore essere qui e mi farò trovare pronto. Sarei disposto a giocare in qualunque ruolo, anche in porta, non mi faccio problemi di posizione. L’importante è dare un contributo alla squadra”.

“Ogni calciatore deve fare il suo percorso, non cambierei mai il mio e sono fiero di ciò che ho fatto. Ho continuato a lavorare e ora sono pronto per queste sfide, che prima pensavo fossero troppo grandi per me. Tanti arrivano prima, qualcuno arriva più tardi”, ha concluso l'azzurro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folorunsho: "Un anno fa era impensabile giocare l’Europeo, ma non ho mai smesso di sognare"
NapoliToday è in caricamento