rotate-mobile
Calcio Chiaia

Napoli celebra i 40 anni dall'arrivo di Maradona in città: tre giorni di eventi sul Lungomare

Presentato al Maschio Angioino "D10S in the street", l'appuntamento in memoria dell'ex capitano azzurro che si terrà alla Rotonda Diaz dal 5 al 7 luglio

Era il 5 luglio del 1984 quando Diego Armando Maradona mise piede a Napoli per la prima volta. Il fuoriclasse argentino entrò in uno stadio San Paolo gremito per la sua presentazione ufficiale a pochi giorni dall'acquisto messo a segno dal club di Corrado Ferlaino dal Barcellona. A 40 anni da quella storica e indimenticabile giornata, la città celebrerà il 'Pibe de Oro' con una tre giorni di eventi gratuiti sul Lungomare dal titolo "D10S in the street", che si svolgerà alla Rotonda Diaz dal 5 al 7 luglio. 

L'iniziativa è stata presentata presso la sala della Loggia al Maschio Angioino. Cuore dell'evento saranno i bambini di Napoli, a cui l'ex capitano azzurro era particolarmente legato, che si sfideranno in un torneo di calcio "3 contro 3" per due giorni. 

"D10S in the street nasce come un evento donato alla città di Napoli. Bambini nati tra il 2013 e il 2016, che si sono già sfidati in varie precedenti tappe al Kennedy, si affronteranno nella fase finale del torneo nella cosiddetta 'gabbia' in partite da tre contro tre. Con questa iniziativa noi vogliamo omaggiare la memoria di Diego, regalandogli un'emozione, perchè sono sicuro che ci seguirà da lassù, per restituire una piccola parte delle grandi gioie che ci ha donato", ha spiegato Gennaro Di Scala, ceo della DAM10 e direttore generale della D10S Academy. 

Presentazione "D10S in the street" - foto M.Parisi/NT

Ceci: "Maradona regalava sorrisi ai bambini di Napoli ed è questo che noi vogliamo provare a fare"

"È più facile organizzare un evento oggi che Diego non c'è più, che quando c'era, con tutti i suoi cambiamenti. Putin ci sta ancora aspettando. Maradona fissò due appuntamenti con lui, ma non si è mai presentato. Mi disse di riferirgli che se voleva, lo avrebbe incontrato di pomeriggio, perché di mattina non si sarebbe alzato alle 9 neanche per la madre. Noi vogliamo ricordare Diego attraverso i bambini, perché al suo arrivo lui disse di voler diventare l'idolo dei bambini di Napoli. Maradona regalava loro sorrisi ed è questo che noi vogliamo provare a fare in questa occasione", sono state le parole dell'ex manager di Diego Armando Maradona, Stefano Ceci. 

Ferrante: "Tre giorni di gioia in un luogo magico"

"Diego è stato per me bambina l'unico vero idolo. Vivevo e sognavo con lui, grazie alle emozioni che mi ha regalato. Questa iniziativa è davvero speciale per fare rivivere ai bambini quello che era Maradona e quello che lui ha fatto per i bambini di Napoli. Per la nostra città Diego è stato un eroe. Saranno tre giorni di gioia in un luogo magico, peraltro nella città capitale europea dello sport 2026", ha detto l'assessora allo sport del Comune di Napoli Emanuela Ferrante a conclusione della presentazione. 

Il programma

L'apertura della tre giorni di eventi è prevista per le ore 18.00 di venerdì 5 luglio, con la parata dei bambini e con la presentazione. In serata previsto uno show a partire dalle 20.30, seguito da uno spettacolo pirotecnico sul mare. Sabato 6 luglio, invece, dalle ore 10.00 ci sarà l'apertura del villaggio, con un dj set a seguire. Dalle 14 alle 19 prenderà il via il torneo dei bambini, mentre a seguire è in programma un nuovo show e dj set. Il programma sarà replicato anche domenica 7 luglio, con gli stessi orari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli celebra i 40 anni dall'arrivo di Maradona in città: tre giorni di eventi sul Lungomare

NapoliToday è in caricamento