menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavezzi stende il Bari, Almiron illude ma vince il Napoli 1-2

Il Napoli ritrova la vittoria in trasferta. Non arrivava dal 24 gennaio, quando il Napoli espugnò l'Armando Picchi di Livorno con il punteggio di 0-2. Superato il record di punti in serie A

Allo stadio "San Nicola" di Bari il Napoli arriva privo di tre elementi fondamentali: Aronica, Cannavaro e Quagliarella. Mazzarri opta quindi per Rinaudo centrale nella difesa a 3, Zuniga a sinistra e Campagnaro a destra. Partenopei che ritrovano però Fabiano Santacroce, al rientro dopo 7 mesi di stop per infortunio, un calvario. Tandem argentino in attacco Lavezzi - Denis. Emergenza infortuni anche per il Bari.

All'8'una punizione per il Bari viene bloccata centralmente dall'estremo difensore partenopeo. L'occasione per Hamsik al 14', ma lo slovacco è sfortunato scivola in area, colpisce male il pallone che è facile preda di Gillet.

Sugli sviluppi di un calcio di punizione Rinaudo colpisce di testa, facile la parata del portiere. Nel Bari si evidenzia Alvarez sul settore destro. I ritmi di gioco sono lenti, nessuna delle due squadre accelera i tempi di gioco. Gargano recupera molti palloni, ma sbaglia spesso i passaggi di disimpegno.

Al 27'Lavezzi porta in vantaggio il Napoli. Il gol è di pregevole fattura: una parabola precisa e potente dai 23 metri. Sesto gol per l'argentino in questo campionato. la reazione barese è impalpabile, ed anche gli azzurri non sembrano smaniosi di raddoppiare. Primo tempo che si chiude così con gli ospiti in vantaggio per 0-1.

In apertura di secondo tempo Denis prova la conclusione, ma il tentativo dell'argentino termina abbondantemente alto. Il Bari cerca il pareggio con Allegretti, ma il suo tiro è facile preda di De Sanctis, che in tuffo si distende e blocca. Particolarmente ispirato Lavezzi, che offre idee e numeri balistici, sacrificandosi all'occorrenza anche in difesa, a dare manforte ai suoi compagni.

È proprio il "Pocho" a raddoppiare al 58': scambio Denis - Zuniga sulla trequarti, il colombiano in progressione centrale riesce ad approfittare di un errore della retroguardia barese, si porta ai limiti dell'area di rigore e serve l'argentino. Lavezzi inquadra la porta e beffa Gillet in uscita. 0-2 per il Napoli e prima doppietta stagionale. Segnali importanti in chiave Mondiale per il ct della Selection Diego Armando Maradona.

Doppio cambio nelle fila pugliesi: fuori Castillo, al suo posto Sforzini. Dentro anche Almiron al posto di De Vezze.

Il Bari ci prova su calcio piazzato al 61'. La punizione di Allegretti termina di poco alta sopra la porta difesa da De Sanctis. Ventura decide di chiamare fuori Allegretti, al suo posto il napoletano Salvatore Masiello.

Il Bari accorcia le distanze al 75' con Almiron, è ancora l'honduregno Alvarez ad essere determinante. È suo il cross morbido che trova in area Almiron pronto a colpire in elevazione . Il centrocampista argentino elude la marcatura di Pazienza e batte De Santis.

Il Bari a questo punto ci crede. Al 77' è ancora Alvarez a smarcare Gazzi in area di rigore, versante destro. Il suo cross al centro non trova nessuno pronto al tap - in vincente: Sforzini è in controtempo e non riesce a colpire a porta vuota. L'azione sfuma. Ma sono brividi per il Napoli.

Mazzarri effettua un cambio: richiama in panchina Pazienza e al suo posto entra Mariano Bogliacino. Gli ultimi scampoli di partita sono estremamente combattuti. Si lotta su ogni pallone.

All'83' Mazzarri decide di concedere spazio anche a Dossena, l'esterno sinistro rilevato a gennaio dal Liverpool. Esce German Denis, non proprio una prestazione da incorniciare per l'attaccante argentino.

Il Napoli ritrova la vittoria in trasferta. Non arrivava dal 24 gennaio, quando il Napoli espugnò l'Armando Picchi di Livorno con il punteggio di 0-2. Superato il record di punti in serie A per il Napoli, detenuto dal Napoli di Vujadin Boskov che ottenne 51 punti.

Preferisce non fare calcoli Mazzarri, che ha fine gara afferma: "Facciamo un corsa su noi stessi, a fine campionato tireremo le somme e capiremo dove saremo arrivati." "Certo, dispiace aver perso dei punti lungo la strada." L'ultimo pensiero il tecnico livornese è per Santacroce "Ha fornito una buona prestazione, era al ritorno da un pesante infortunio, ed è riuscito a cavarsela.

Il tecnico del Bari Giampiero Ventura è comunque soddisfatto nonostante la sconfitta contro il Napoli: "Sono soddisfatto per la prestazione fornita dai ragazzi. Ci abbiamo provato sempre. Abbiamo reagito dopo il secondo gol ma non siamo riusciti ad acciuffare il pareggio." Sulle assenze: "Inutile dire che le assenze per infortunio ci hanno condizionato". La stagione dei Baresi è positiva: "I 43 punti sono un risultato straordinario, l'applauso del pubblico è il segnale più importante". Ventura, primo allenatore alla corte di De Laurentis gli avversari. Lavezzi: "Ha fatto una grandissimo gol. Poi abbiamo un po' sofferto. Credo che il Napoli centrerà l'Europa, è una piazza che lo merita. Non avevo nessuna rivalsa da prendermi".

 

BARI - NAPOLI 1-2 (0-1)

BARI (4-4-2): Gillet 5; Belmonte 5,5, A. Masiello 5, Bonucci 5,5, Parisi 6; Alvarez 6,5, Gazzi 5,5, De Vezze 5 (58' Almiron 6,5), Allegretti 6 (70' S. Masiello 5,5); Barreto 5, Castillo 4,5 (58' Sforzini 5). A disp: Padelli, Stellini, Koman, Gosztonyi. All. Ventura.
NAPOLI(3-4-2-1): De Sanctis 6; Santacroce 6, Rinaudo 6, Grava 6; Campagnaro 5,5, Pazienza 6 (78' Bogliacino 5,5), Gargano 4,5, Zuniga 6,5; Hamsik 5,5, Lavezzi 7,5; Denis 4,5 (84' Dossena s.v). A disp: Iezzo, Rullo, Iuliano, Hoffer, Maiello. All. Mazzarri.
Arbitro: Bergonzi di Genova.

Reti: 28' pt e 58' st Lavezzi (N), 75' st Almiron (B).

Note: ammonito A. Masiello, Santacroce, Gazzi, Grava, Belmonte, Zuniga.

Angoli: 0-1.

Recupero: 1' pt, 5' st.

TOP

Lavezzi 7,5

Gioca da seconda punta l'argentino, è ispirato e si vede. Il primo gol è un'invenzione, una traiettoria imparabile. La sua prestazione gli consente di siglare una doppietta. Offre anche di numeri di tacco. È in grande spolvero, e gli avversari per bloccarlo sono spesso costretti ad atterrarlo, commettendo fallo.

INARRESTABILE

FLOP

Denis e Gargano 4,5

Denis 4,5

L'attaccante argentino gioca da titolare formando il tandem argentino con Lavezzi. La sua prestazione è molto scadente, i suoi (pochi) tiri sono fuori misura. Si muove per il campo senza dare il contributo decisivo che ci si aspetta. IMPALPABILE

Gargano4,5

Recupera palloni costituendo una diga a centrocampo, ma spesso sbaglia il passaggio al compagno di squadra, favorendo in tal modo le ripartenze avversarie. Si muove come una trottola, ma dovrebbe ragionare di più.

EVANESCENTE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento