Amatori Napoli Rugby, al via il ventesimo anno d'attività: "Puntiamo al salto in A"

In un impianto gioiello, finanziato con capitali privati, la squadra napoletana comincia domenica 15 ottobre la stagione di B, con il nuovo innesto argentino Salice. "Siamo un'eccellenza, unica società con tutta la filiera, anche la squadra femminile"

(foto Manuel Schembri)

Tanti motivi per festeggiare in casa Amatori Napoli Rugby. Venti anni attività con l'obiettivo puntato sulle Universiadi 2019, una struttura gioiello, il Villaggio del Rugby, un’area riqualificata con capitali interamente privati, aperta alla cittadinanza e sempre fruibile, frequentata da 450 atleti, 12 squadre, dirigenti e famiglie. Presentata la squadra che milita nel campionato nazionale di serie B, al via domani (14 ottobre ore 15.30) contro il Messina. “Dopo essere stati dei nomadi nel territorio abbiamo finalmente questa meravigliosa struttura, un impianto d’elite. Siamo cresciuti in tutti i settori, dalle giovanili alla seniores. La nostra è un’oasi felice, frutto di passione e impegno, utile anche allo sport nazionale, che coinvolge e aggrega moltissimi ragazzini, giovani e genitori”, dichiara Diego D’Orazio, presidente dell’Amatori Napoli Rugby, alla vigilia del debutto casalingo. Si annuncia interessante il girone 4. “Sarà una stagione ricca di emozioni. I ragazzi si sono allenati tanto e duramente. Il nuovo innesto, l’argentino Franco Salice, rappresenta un punto di forza e mi auguro ci dia quel quid pluris, per far sì che il nostro sogno nel cassetto diventi realtà”, ha affermato fiducioso il direttore tecnico Lorenzo Fusco. “Napoli deve ritornare ai massimi livelli e tra i top club della palla ovale italiana. Noi ce la mettiamo tutta. Ci vuole, però, un pizzico di fortuna”.

Nuova maglia verdeblù per capitan Alessandro Quarto e compagni. “Siamo carichi. La preparazione è iniziata il 27 agosto. Speriamo sia l’anno buono per il salto di categoria: lo dobbiamo in primis a noi, alla società e ai tifosi che ci seguono e ci sostengono con calore e affetto. Intendiamo subito partire con il piede giusto tra le mura amiche”. Rugby non solo maschile ma declinato anche in rosa. “Siamo l’unico team in Campania ad avere tutta la filiera completa: seniores, under 18, under 16 e under 14. Dobbiamo aumentare nei numeri e implementare i risultati sportivi: nell’ultimo biennio abbiamo conquistato le finali nazionali e lavoreremo in tale direzione nella stagione 2018/2019”, ha ricordato Manfredo Borsa, direttore tecnico della femminile. Domani alle ore 12 primo turno per la formazione delle Seven. “Siamo entusiaste di iniziare la Coppa Italia. Puntiamo sulla costanza negli allenamenti e ci contraddistingue l’aggressività e la testardaggine nell’andare avanti. Forza Scugnizze”, il grido di battaglia lanciato dal capitano Cristina Morra.

La napoletanità sarà tratto distintivo. Perfettamente riuscito anche l'Oktober Rugby Fest ampiamente riusciuta con oltre un migliaio di partecipanti e migliaia di pizze sfornate. 

Potrebbe interessarti

  • Dieta: 7 alimenti che credi facciano dimagrire e invece fanno ingrassare

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Ancelotti furioso al Franchi, voci di esonero per Sarri: inizio col botto in Serie A

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento