rotate-mobile
social

Vomero: cani avvelenati da sostanza non visibile. L'allarme sui social

Un cagnolino morto, altri 2 ricoverati in condizioni gravissime. La zona è sempre la stessa.

L'allarme è stato lanciato da un utente del gruppo Facebook "Vomero - Arenella, Cittadinanza attiva in difesa di Napoli" e chiede la massima attenzione avvertendo che nel giro di pochi giorni sono stati avvelenati ben due cani regolarmente portati al guinzaglio, tra via Cortese - area verde dopo i giardinetti - e piazza Muzii, marciapiede sinistro, salendo verso via Domenico Fontana".

Uno dei cagnolini - precisa l'utente - purtroppo è morto e ne è stato accertato l'avvelenamento, mentre l'altro si trova adesso ricoverato in condizioni disperate, dopo aver vomitato sangue.

Ai due cagnolini avvelenati segnalati nel post, se ne deve aggiungere un terzo, come riporta in un commento il padrone, che aggiunge che il cane adesso si trova ricoverato. "Purtroppo non sono riuscito ad individuare la zona in cui è avvenuto, ma - precisa - le strade dove lo porto sono sempre le stesse: piazza Arenella, via Piscicelli, via Niutta e le relative traverse".

Veleno incolore

Al Vomero c'erano già state molteplici segnalazioni di ossi di pollo (pericolosissimi per i cani che li ingeriscono, perché possono lacerare l'intestino) lasciati nei pressi di cestini per i rifiuti, e portare il peloso a spasso nel quartiere collinare diventa sempre più complicato.

Non è dato capire quale possa essere la sostanza sparsa che rischia di fare strage dei cani di Vomero/Arenella e neanche da chi. Non si tratterebbe, infatti, dell'ormai nota polvere bianca anti-blatte di cui spesso si trovano pieni gli angoli dei negozi e gli interstizi dei tombini; potrebbe trattarsi piuttosto di uno spray incolore e quindi impossibile da notare, altamente tossico dal momento che agirebbe anche per sola inalazione. Da più parti si chiede un intervento deciso dell'Asl e delle Forze dell'Ordine, anche per acquisire le immagini delle diverse telecamere presenti in zona: la legge, infatti, punisce penalmente chiunque sparga in luogo pubblico, o anche privato ma aperto all'uso comune, cose atte ad offendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vomero: cani avvelenati da sostanza non visibile. L'allarme sui social

NapoliToday è in caricamento