Maria Adalgisa Nicolai: a 4 mesi dall'omicidio il ricordo dell'Università Federico II di Napoli

Una panchina rossa e un albero di Jacaranda contro la violenza sulle donne in nome della docente assassinata a luglio dall compagno

Era bella Maria Adalgisa Nicolai e intelligente. 58 anni, ricercatrice della Facoltà di Agraria federiciana, dove si era laureata nel 1991, viveva a Portici. Stimata dai colleghi e amata dagli studenti, è stata uccisa in maniera cruenta dall'ex compagno, incensurato, disoccupato, circa 10 anni più anziano di lei, lo scorso 27 luglio: prima l'ha colpita con un martello poi l'ha accoltellata quindi, subito dopo l'omicidio, si è suicidato.

La cerimonia

In occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne, martedì 24 novembre, alle 9.30, l'Ateneo Federico II ricorderà la docente dedicandole una panchina rossa e piantando un albero di Jacaranda nel bosco della Reggia di Portici del Dipartimento di Agraria di cui faceva parte. Alla cerimonia saranno presenti il neo-Rettore della Federico II Matteo Lorito, il direttore del Dipartimento di Agraria Francesco Villani, la presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio Valeria Valente e la presidente del CUG Federico II Concetta Giancola.

"Un'altra donna sottratta alla vita è un colpo inferto all'intera comunità. Continueremo a scalare i sentieri impervi dell'esistenza con i cuori che battono forte per le donne che non siamo riusciti a proteggere, per l'aiuto sussurrato che non abbiamo ascoltato, per le ferite stratificate sulla pelle che abbiamo fatto finta di non vedere. A nome e per conto delle tante Maria Adalgisa Nicolai, dobbiamo avviare tutte le azioni possibili per sconfiggere le modalità di relazioni interpersonali basate su violenze e sopraffazioni. L'Università, in quanto massima istituzione di alta formazione, deve fare la sua parte. La panchina sarà posizionata alla Reggia di Portici, vera casa del sapere che giorno dopo giorno Maria Adalgisa contribuiva a far crescere, con la linfa vitale dell'intelligenza e della curiosità della ricercatrice. Questi simboli concreti costituiranno un monito alle nostre coscienze e uno stimolo per combattere l'offuscamento della ragione, l'aggressione violenta della volontà di dominio, le discriminazioni e le disuguaglianze di genere.- sottolinea Concetta Giancola, Presidente del CUG, che conclude - Dire che non debba più accadere non basta, ognuno faccia la sua parte per sconfiggere arretratezze culturali e sociali, disuguaglianze di genere e discriminazione".

Femminicidi ed emergenza Covid

Alla cerimonia nel Bosco di Portici seguirà un incontro promosso dal CUG e dal Coordinamento Donne nella Scienza, cui prenderà parte anche il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica Gaetano Manfredi, già Rettore dell'Università di Napoli Federico II Ai ricordi dei tanti colleghi, amici e studenti della professoressa Nicolai, seguirà una piece teatrale dell'attrice Cristina Donadio, che evocherà con parole cariche di patos una tragedia che ha radici lontane nei secoli ma che continua a opprimere il nostro presente. Secondo i dati del dossier Viminale 2020, infatti, i femminicidi sono quasi triplicati in Italia nel periodo di lockdown, con una donna uccisa in ambito familiare ogni due giorni. Questi dati terribili mostrano che il cammino della società per eradicare la violenza, e in particolare quella domestica è ancora molto lungo.

E' possibile seguire l'evento su piattaforma Teams, codice di accesso: 7ocgtl4 e in diretta streaming su YouTube al seguente link: https://youtu.be/GVv1wyauMFs

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento