menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

40 anni dal Terremoto: un libro raccoglie le testimonianze dei più grandi fotografi che videro cosa accadde

Una ferita mai rimarginata negli scatti d'epoca dei maggiori fotografi napoletani

"SISMA80" è un progetto del fotoreporter Luciano Ferrara, prodotto dall’Associazione noos aps e da tribunali138, dedicato al quarantennale della ricorrenza del terremoto che sconvolse l'Irpinia e gran parte del napoletano il 23 novembre del 1980. “Si tratta di un grande lavoro corale dedicato alla nostra città e regione – spiega Ferrara – purtroppo a causa degli incredibili e tragici eventi che stiamo vivendo, l'esposizione in programma per il 23 novembre è stata rimandata, ma sarà comunque in libreria il catalogo-libro edito dalla casa editrice Iod, con il patrocinio morale del comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo. Ci auguriamo di poter condividere presto il nostro lavoro con il pubblico per celebrare uno storico momento del nostro passato che ha profondamente colpito non solo la nostra regione ma l’Italia intera e che a quarant’anni di distanza continua a mostrare le proprie ferite”.

La ricerca di immagini, le interviste ai fotografi, la scansione delle foto analogiche e la ricostruzione degli eventi passati, con il contributo di autorevoli storici e giornalisti, sono il risultato di un lungo lavoro, spiegano gli organizzatori, fatto con passione e vede una raccolta di testimonianze straordinarie che portano le firme di Archivio Luciano D’Alessandro Studio bibliografico Marini Roma - Massimo Cacciapuoti –Toty Ruggieri - Annalisa Piromallo – Gianni Fiorito; Fotosud Giacomo Di Laurenzio, Antonio Troncone, Mario Siano, Guglielmo Esposito; Associazione Archivio Carbone – Pressphoto Franco Esse, Gaetano Castanò, Franco Castanò – Mario Riccio – Giuseppe Avallone - Guido Giannini – Pino guerra – Sergio Del Vecchio; Archivio fotografico Ferrara - Luciano Ferrara – Mimmo Jodice.

La presentazione si terrà on line oggi pomeriggio, lunedì 23 novembre, alle ore 19.34, sulla pagina Facebook "Tribunali 138". Dopo un minuto di silenzio per commemorare le vittime del terremoto, interverranno Graziella Portia (collaboratrice di tribunali 138); Sofia Ferraioli (presidente e coordinatrice di Noos Aps);
Gabriella Gribaudi (professore onorario di Storia contemporanea, Dip. Scienze Sociali, Federico II); Luciano Ferrara (fotografo e ideatore progettuale);
Stefano Cuntò (collaboratore di tribunali 138, architetto e membro del collettivo Needle Napoli); Gix Musella (grafico); Pasquale Testa (fondatore Iod Edizioni)

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento