menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata mondiale del teatro: a Napoli continua l'occupazione al Mercadante

Ricorrenza assai triste tra sale chiuse e proteste

Giornata mondiale del teatro tra sale chiuse e proteste a Napoli come nel resto d'Italia.

Nella nostra città è in corso, da ieri, l'occupazione di alcuni spazi del Teatro Mercadante. In base a quanto emerso nel corso di una conferenza stampa tenuta attraverso i canali social dei manifestanti, tra cui lavoratori dello spettacolo e studenti dell'Accademia di Belle Arti, il presidio andrà avanti almeno fino a lunedì.

I lavoratori del settore sono fermi ormai da oltre un anno: sicuramente sono tra i più penalizzati dalle restrizioni imposte per contenere il contagio da nuovo coronavirus e, soprattutto, non hanno alcuna certezza per un futuro che, ad oggi, appare molto al di là da venire. Alla protesta in corso a Napoli si sono uniti, in un gemellaggio ideale e virtuale, gruppi di manifestanti da Venezia (che stamane hanno occupato con bauli il Ponte della Libertà), Milano (dove è stato occupato il cortile di Teatro Grassi) e Roma.

Giornata del Teatro

La protesta ha assunto un'eco ancora maggiore perché cade in occasione della Giornata mondiale del Teatro. Come riporta l'Ansa, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha detto "Con i teatri chiusi il Paese ha perso la sua grande ricchezza, perché l'arte segna la nostra vocazione culturale; dà lavoro, esprime creatività, narrazione, emozione; costruisce ponti tra i popoli", mentre il ministro Dario Franceschini ha detto che "gli aiuti non si fermeranno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento