Il teatro luogo di resistenza al Covid per le periferie. Le iniziative del TAN

Con coraggio, determinazione e speranza il Teatro Area Nord guarda oltre il Covid e presenta le sue iniziative.

Si apre questo sabato, 17 ottobre, la stagione 2020/2021 del Teatro Area Nord, in via Nuova Dietro La Vigna a Miano.

"Una stagione simbolica - spiegano gli organizzatori - che, nonostante le restrizioni, prova a ribadire la necessità del Teatro come “spazio emotivo” al quale non dobbiamo e non possiamo rinunciare".

Il teatro come spazio vivo di resistenza emotiva, dunque. 

6 gli appuntamenti in cartellone, fino al 6 gennaio 2021.

L'apertura è affidata a Padre Nostro della compagnia Babilonia Teatri. La piece, che ha debuttato nel 2019 al Festival B. Motion di Bassano del Grappa, ritorna per la prima volta in scena dopo la pausa forzata del lockdown, nella nostra città. Il rapporto tra generazioni è il filo conduttore di questo lavoro scritto e diretto da Enrico Castellani e Valeria Raimondi con Maurizio, Olga e Zeno Bercini.

Il 24 e 25 ottobre arriva quindi “Neve Nera”, lavoro con la regia di Lello Serao tratto dall'opera di Bulgakov “Romanzo Teatrale”, con l’adattamento di Mario Brancaccio: ambientato nella Mosca degli anni trenta piena di pulsioni mette in scena personaggi che rappresentano la storia letteraria e teatrale di quegli anni, da Tolstoj a Stanislavskij. In scena Mario Brancaccio, Simona Esposito, Pietro Juliano, Yulya Mayarchuk, Gennaro Monti.

Il 31 ottobre e l’1 novembre #confiniaperti 20/21 ospiterà il debutto campano di Livore – Mozart e Salieri, nuovo lavoro della compagnia VicoQuartoMazzini, scritto dal drammaturgo Francesco D'Amore anche interprete con Michele Altamura e Gabriele Paolocà che ne firmano la regia. Lo spettacolo è nato al TAN nell’ambito delle attività del Centro di residenza C.RE.A.RE. CAMPANIA.

Il 7 novembre unica data di Scampoli - da Robert Mitchum ad Andrea Camilleri di e con Massimiliano Civica, prodotto dal teatro Metastasio di Prato: Civica racconterà aneddoti, pensieri ed episodi della vita di alcuni protagonisti del mondo del teatro e del cinema. Robert Mitchum, Roberto Rossellini, Jerry Lewis, Emanuele Luzzati, Andrea Camilleri. Attraverso le vite di questi e di altri uomini di spettacolo si tenterà di tracciare il ritratto dei nostri artisti ideali, modelli forse irraggiungibili ma proprio per questo “esemplari”.

Il 15 e 16 novembre, dopo il debutto al festival Primavera dei Teatri, sarà la volta di Peggy Pickit – guarda il volto di Dio del drammaturgo tedesco Roland Schimmelpfennig per la regia di Marcello Cotugno con Valentina Acca, Valentina Curatoli, Aldo Ottobrino, Emanuele Valenti prodotto da Teatri Associati di Napoli con il sostegno del Goethe Institut Napoli.

Natale cum figuris

Dal 22 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, il Teatro Area Nord ospiterà lo spettacolo-evento Natale in Casa Cupiello, un monologo “cum figuris” interpretato dall’attore Luca Saccoia che interagirà sulla scena con le creature ideate e realizzate dallo scenografo Tiziano Fario con la regia di Lello Serao. Un progetto articolato nato da un'idea di Vincenzo Ambrosino e Luca Saccoia e prodotto da Teatri Associati di Napoli/Interno 5 con il sostegno della Fondazione Eduardo De Filippo in vista dell'anniversario dei 90 anni dal debutto dell'opera di Eduardo.

Il progetto prevede la partecipazione attiva della comunità degli abitanti del Quartiere Piscinola.

Ritorno al futuro

Area Nord va oltre e punta al futuro. Continuano infatti

- le attività del Centro di Residenza C.RE.A.RE. CAMPANIA con il progetto di circo contemporaneo Violet del gruppo Collettivo Errante e Cabaret Colette un progetto di Valentina Curatoli e Arianna D’Angiò con Valentina Curatoli. Le musiche sono di Fabrizio Elvetico e i video di Loredana Antonelli.

- il corso di Circo Corsaro diretto da Maria Teresa Cerasoni

- il corso di Teatro per ragazzi dai 9 ai 16 anni, diretto da Niko Mucci.

- gli eventi collaterali promossi delle associazioni del territorio: il 29 ottobre, in particolare, il TAN ospiterà una delle serate della VI Edizione del Premio Fausto Rossano.

Tutto ovviamente nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti, con prenotazione obbligatoria, posti contingentati, numerati e distanziati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire velocemente: la dieta Kempner per perdere fino a 20 chili in un mese

  • Il rider rapinato è ancora senza lavoro: rifiutate due offerte

  • Campania zona gialla per cinque giorni: cosa si potrà fare e cosa no

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

  • Acqua, bicarbonato e limone: benefici e controindicazioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento