social

Pollanche, voccole e zocc... qual è la differenza a Napoli

Le parole entrate nel gergo comune hanno un'origine plurisecolare

Era il 1536 quando il vicerè don Pedro da Toledo fece costruire la strada che oggi porta il suo nome e stabilì che sul lato collinare venissero alloggiate le truppe. Nacquero così i Quartieri Spagnoli che ben presto, proprio per l'acquartieramento dei soldati, costituirono un vero attrattore per la prostituzione.

Le venditrici di sesso venivano indicate con nomignoli, in base a quelle che all'epoca erano considerate le qualità principali per esercitare il mestiere:

  • "pollanche" erano le ragazze giovani ed inesperte,
  • "voccole" erano le donne che avevano partorito,
  • "zoccole" erano invece le più esperte e capaci nell'arte del sesso 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pollanche, voccole e zocc... qual è la differenza a Napoli

NapoliToday è in caricamento