Sabato, 31 Luglio 2021
social

Il Teatro San Carlo di Napoli cerca giovani talenti

Per la piattaforma interattiva si selezionano creativi dai 18 ai 35 anni

Il Massimo napoletano è alla ricerca di giovani talenti per la piattaforma “San Carlo, scena aperta”, il suo innovativo palcoscenico digitale.

Con la selezione, aperta a creativi tra i 18 e i 35 anni, il San Carlo intende individuare un team in grado di produrre contenuti di interesse culturale che valorizzino l’aspetto fortemente identitario della città di Napoli e delle province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno. "Si tratta di realizzare dei racconti che narrino l’identità del singolo quartiere o territorio che si sceglie di ritrarre, in forma di documentario, fiction o animazione. Sarà anche possibile organizzare la presentazione del contenuto in 2 o 3 puntate per una durata complessiva di 30 minuti", spiega un comunicato dell'ente.

L’avviso di selezione del Teatro di San Carlo (https://www.teatrosancarlo.it/files/amministrazione_trasparente_dadic15/2021/BandoQuartieri_06.pdf) prevede il conferimento di una borsa di studio, la messa a disposizione delle attrezzature, un voucher d’acquisto omaggio rilasciato da uno sponsor fornitore di prodotti audiovisivi, l’accesso privilegiato agli spettacoli in programma al Teatro di San Carlo dal 1 giugno a fine dicembre 2021.

Le domande devono pervenire all’indirizzo digitaloperahouse@teatrosancarlo.it entro le ore 18.00 del 20 maggio 2021.

"Attraverso il progetto Giovani talenti, si delinea in maniera sempre più chiara la vera cifra della piattaforma San Carlo, scena aperta - spiegano dal Teatro - la prima di un Teatro d’Opera in Italia, nata grazie al sostegno della Regione Campania e alla collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e TIM, attualmente in via di realizzazione".

La finalità principale della piattaforma è il raggiungimento di un pubblico non limitato agli amanti dell’opera lirica tradizionali, che pure troveranno on line le produzioni del teatro, ma che si estenda, attraverso un linguaggio contemporaneo e all’avanguardia a chiunque, riducendo la distanza tra pubblico e teatro. La piattaforma digitale diventa così un vero spazio di innovazione sociale, di inclusione e di scambio interculturale e interdisciplinare: non solo un semplice contenitore degli spettacoli in cartellone, ma un palcoscenico virtuale che sia un campo di sperimentazione artistica per giovani registi e visual artist.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro San Carlo di Napoli cerca giovani talenti

NapoliToday è in caricamento