rotate-mobile
social Cicciano

Festa di Sant'Antonio Abate: XX edizione a Cicciano

Una terra per l'uomo è il tema di quest'anno. Alla consegna dei premi, con il sindaco e il vescovo di Nola anche don Patriciello

Questo lunedì, 16 gennaio, alle 20, nell'ambito delle iniziative dedicate a Sant'Antonio Abate nel Centro Nadur di Cicciano serata di premiazione della XX edizione del Premio Culturale intitolato al Santo e promosso dal Comitato Festa 2022/2023 e dalla Comunità interparrocchiale San Pietro Apostolo e Immacolata di Cicciano.

"Il Premio - spiega il parroco don Mariano Amato - è un momento importante per la comunità ciccianese. Premiando gli studenti del territorio che si sono distinti nello studio, si vogliono infatti incoraggiare le giovani generazioni a coltivare le proprie capacità per poterle mettere poi a disposizione del futuro comune. Ma la serata della premiazione vuole anche essere occasione per ritrovarsi, come comunità cittadina, ad approfondire un tema di rilevanza sociale". Sarà il saluto del vescovo di Nola, Francesco Marino, e del sindaco di Cicciano, Giovanni Corrado, ad aprire questa edizione del Premio Culturale Sant’Antonio Abate - che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Cicciano - dedicata al tema “Una terra per l’uomo”. All'incontro interverranno don Maurizio Patriciello, parroco del Parco Verde di Caivano, e Antonio Falcone, presidente della sezione nolana dell’Associazione medici cattolici italiani. Modera l'incontro il giornalista Nello Lauro. "Abbiamo scelto di dedicare attenzione alla nostra terra - aggiunge don Amato - perché festeggiare il nostro amato Sant’Antonio vuol dire soprattutto attualizzare la sua testimonianza di vita, vissuta alla luce del Vangelo. E Sant’Antonio, con la sua vita, ha voluto ricordare che ogni uomo, e soprattutto ogni credente, non può che abitare il territorio come spazio donato, e per questo da curare e non deturpare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di Sant'Antonio Abate: XX edizione a Cicciano

NapoliToday è in caricamento