Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La disperazione degli autisti dei bus scolastici: "Siamo allo stremo"

Subito dopo l'annuncio del nuovo stop alla didattica in presenza esplode la rabbia dei "padroncini" che lavorano in convenzione con il comune, ma sostengono tutte le spese di gestione e sono fuori da qualsiasi aiuto economico

 

Subito dopo l'annuncio del nuovo stop alla didattica in presenza per le scuole della Campania, esplode la protesta dei conducenti dei bus scolastici che si ritrovano in via Nazario Sauro. Sono 149 i "padroncini", affidatari del servizio di accompagnamento scolastico, attraverso una convenzione con il Comune di Napoli e la cooperativa che li riunisce. Fino ad oggi fuori da ogni tipo di aiuto e sostegno, per poter mantenere la convenzione devono sostenere spese più che consistenti: dalla manutenzione alle assicurazioni alla tassa di circolazione.

Dopo tanti mesi di sospensione dell'attività, tra solitudine e difficoltà economiche, la ripresa della scuola in presenza aveva consentito a questi lavoratori di tirare un respiro di sollievo. E' però, purtroppo, durata davvero poco. Come si sente nel video, gli autisti dei bus scolastici sono stanchi, demoralizzati ed esasperati. "La protesta - dicono - andrà avanti! Siamo allo stremo"    

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento