rotate-mobile
social Montecalvario / Via Portamedina, 41

Polo museale dell'Arciconfraternita dei Pellegrini: progetto per l'accessibilità al primo posto tra le regioni del Sud

La graduatoria delle regioni elaborata dal Ministero della Cultura nell'ambito del Bando per la rimozione delle barriere fisiche, sensoriali e cognitive nei musei e nei luoghi della cultura

Questo lunedì, 6 febbraio, alle 11.00, nel Salone del Mandato di via Portamedina 41, sarà presentato alla città “Museo for All”, progetto che punta a rendere pienamente accessibile lo straordinario complesso museale dell’Arciconfraternita dei Pellegrini e si è classificato al primo posto nella graduatoria delle regioni meridionali elaborata dal Ministero della Cultura nell'ambito del Bando sulla rimozione delle barriere fisiche, sensoriali e cognitive nei musei e nei luoghi della cultura.

"L’elaborazione di “Museo for All” - spiega una nota dell'Arciconfraternita - è frutto di una felice sinergia che ha visto il coinvolgimento di associazioni, organizzazioni senza fine di lucro, istituzioni, alte professionalità, locali e nazionali che hanno saputo interpretare al meglio la mission che caratterizza dalla sua fondazione l’Arciconfraternita dei Pellegrini: realizzare nel cuore della città di Napoli uno spazio di accoglienza e crescita culturale e umana aperto a tutti e in particolare a persone vulnerabili". Annunciata la realizzazione di un “Hub dell’Accessibilità” nella cinquecentesca chiesa di Santa Maria Mater Domini nel quale sarà possibile acquisire in tempo reale informazioni attendibili e aggiornate sul grado di accessibilità dei siti di interesse turistico e culturale della città.

Il gruppo di lavoro progettale è stato coordinato da Dino Angelaccio ed ha visto la partecipazione di Pete Kercher, Simone D'Angelo, Giuseppe Brancaccio, Odette Mbuyi, Giovanni Minucci, Elvira Sepe, Antonietta Longo, Maria Pirulli, Gianni Ciao, Alberto D'Alessandro, Antonio Blandi, Valentino Rondinelli e Francesco Giuri. Innovation Factory ha assicurato coordinamento ed assistenza nella fase di elaborazione del progetto e ne accompagnerà la realizzazione. Adesione e apprezzamento all’iniziativa è stata data da MANN, Museo Filangieri, DiArc Università Federico II, ANIAI Campania, CNR IRISS, Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi Onlus, Enkaipan, Friends of Naples, Artes, Nuova Orchestra Scarlatti, Comune di Napoli Municipalità 2.

Dalla realizzazione del progetto si attendono forti ricadute sul territorio, e in particolare nell’area Pignasecca – Montesanto,  tema su cui è già attiva una collaborazione tra Arciconfraternita dei Pellegrini, Municipalità 2 del Comune di Napoli e Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II.

Il progetto sarà presentato da Giovanni Cacace primicerio dell’Arciconfraternita dei Pellegrini; Gabriella Cetorelli responsabile progetti accessibilità MIC; Maurizio Di Stefano presidente ICOMOS Italia; Suor Veronica Donatello responsabile del Servizio Nazionale per la Pastorale delle persone con disabilità della CEI; Pete Kercher ambasciatore UE “Design for All”; Giovanni Minucci coordinatore progetto Tulipano Art Friendly; Elvira Sepe presidente ENS Napoli; Dino Angelaccio presidente di ITRIA-Itinerari Turistico Religiosi Interculturali e Accessibili. L’ENS Napoli assicurerà servizio di interpretariato in LIS – Lingua Italiana dei Segni nel corso dell'evento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo museale dell'Arciconfraternita dei Pellegrini: progetto per l'accessibilità al primo posto tra le regioni del Sud

NapoliToday è in caricamento