rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
social

Giovanni Palatucci: il poliziotto campano che salvò migliaia di ebrei e fu deportato a Dachau

Nominato "giusto delle nazioni" è stato commemorato oggi a Bacoli

E' stato ricordato a Bacoli, nel Parco Vanvitelliano del Fusaro, con una cerimonia solenne cui hanno preso parte i vertici di Polizia, Esercito e istituzioni locali, Giovanni Palatucci, il poliziotto campano riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” dall'Ente per la memoria della shoah  (1990) e insignito della Medaglia d’Oro al Merito Civile (1995), per aver salvato dal genocidio molti ebrei stranieri ed italiani.

Giovanni Palatucci: "essere poliziotti significa aiutare il prossimo" 

Già questore reggente della città di Fiume, Palatucci era nato il 31 maggio 1909 a Montella, in provincia di Avellino. Laureato in Giurisprudenza nel 1932, nel 1936 aveva vinto il concorso per funzionari di Pubblica Sicurezza, al termine del quale venne assegnato alla Questura di Genova e poco dopo, il 15 novembre 1937, trasferito presso la Questura di Fiume con l'incarico di responsabile dell'ufficio stranieri. Ai colleghi aveva detto "La Polizia significa vita, quella vita che serve ad aiutare il prossimo, la povera gente". E infatti così fece.

Palatucci si prodigò sin dall’autunno del 1943, quando Fiume con la Venezia Giulia e l'intera area istriana vennero annesse al Terzo Reich con occupazione militare, per salvare dal genocidio ebrei stranieri ed italiani. Arrestato dalla Gestapo il 13 settembre 1944, con l'accusa formale di cospirazione, venne portato nel carcere "Coroneo" di Trieste e il 22 ottobre 1944 deportato a Dachau, vicino a Monaco di Baviera: sul suo braccio venne impressa a fuoco la matricola 117826.

Il 10 febbraio 

Il poliziotto eroe morì per le sevizie e gli stenti subiti poche settimane prima della Liberazione, il 10 febbraio 1945. Il suo corpo venne gettato in una fossa comune, sulla collina di Leitenberg, assieme a quelli di tanti altri ebrei e antifascisti.

Nell'anniversario della sua morte la Polizia di tutta Italia ne rinnova il ricordo. A Napoli la manifestazione si è svolta a Bacoli, nel luogo in cui lo scorso anno era stato piantumato un ulivo ed apposta una targa in sua memoria. Con le autorità civili e militari, tra cui il questore di Napoli Alessandro Giuliano, il sindaco del Comune di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione e in rappresentanza della Comunità Ebraica di Napoli Daniele Coppin, anche una rappresentanza di studenti del Liceo Statale “Lucio Anneo Seneca” di Bacoli.

Ricordo di Giovanni Palatucci (Foto Polizia di Stato Napoli)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Palatucci: il poliziotto campano che salvò migliaia di ebrei e fu deportato a Dachau

NapoliToday è in caricamento