rotate-mobile
social Vico equense / Corso Giovanni Nicotera

Pizza a Metro: il Comune di Vico annuncia la denominazione di origine comunale. La famiglia di Gigino insorge: "Pronti alle azioni legali"

La famiglia Dell'Amura: "Nessuno può impedire a nessuno di fare una pizza e di venderla al metro, ma la ricetta originale e autentica è la nostra"

E' una vera e propria guerra quella che è scoppiata a Vico Equense, amena cittadina della Costiera Sorrentina, conosciuta per l'aria salubre, il panorama, ma soprattutto per la pizza a metro.

Vico Equense, la pizza a metro e la de.co.

Il Comune di Voco Equense ha trionfalmente annunciato che da stamane "la Pizza al metro, uno dei simboli vicani riconosciuti in tutto il mondo, ha ufficialmente il suo marchio di Denominazione Comunale" e ha presentato il logo “Vico al Metro” con cui  "la Città regna sovrana sull’arte della pizza - come è riportato in un apposito comunicato - Una storia di quasi un secolo che si tramanda di generazione in generazione e che da questa mattina acquisisce un fortissimo valore territoriale, appannaggio delle sue numerose pizzerie e della esclusiva arte dei pizzaioli locali. Un progetto di lavoro promosso dal sindaco Peppe Aiello e portato avanti dalla Commissione De.Co.".

Presentazione de.co Vico equense

I commenti istituzionali

“La Denominazione Comunale costituisce un’opportunità perché frutto di una legislazione regionale che ha riconosciuto la pizza al metro e Vico Equense come una destinazione territoriale non solo legata ai luoghi e le sue eccellenze enogastronomiche, ma anche alle tradizioni e l’identità che rappresentano” ha dichiarato l’assessore regionale al turismo Felice Casucci cui fa eco l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Caputo: “Vico Equense costituisce un chiaro esempio di come mettere in risalto i punti di forza di un territorio nell’ambito dei percorsi attrattivi turistici ed enogastronomici”.

A chi appartiene la pizza a metro 

Quelli che non sono affatto contenti sono però gli eredi di Gigino, ovvero Luigi Dell'Amura, fondatore dell'ormai mitica "Pizza a Metro - l’Università della pizza": “Chi è stato primo resterà per sempre primo: nessuno può impedire a nessuno di fare una pizza e di venderla al metro, ma la ricetta originale e autentica è quella che fu inventata da Luigi Dell’Amura, conosciuto come Gigino, il 4 settembre 1959. Un prodotto che ha fatto la storia della pizza segnando una svolta che è poi rimasta intatta nel tempo e che ha fatto la storia, diventando perciò tradizione”.

La ricetta della vera pizza a metro in cassaforte e marchio registrato 

Per difendere il tesoro gastronomico di famiglia i Dell'Amura minacciano battaglia su ogni fronte: “Se il Comune di Vico, come operazione di marketing territoriale, vuole istituire una de.co. per la pizza ben venga, ma va detto che si tratta di una pizza diversa da quella famosa in tutto il mondo, cioè quella ideata da Gigino e a tutt’oggi venduta esclusivamente all’Università della pizza, cioè nello storico locale di via Nicotera (Pizza a Metro da Gigino – l’Università della Pizza). Questa de.co non identifica la nostra ‘pizza a metro’ che ha una ricetta e canoni ben precisi e unici. La denominazione così come da loro proposta, identificherà, se mai, una pizza vicana nata sull’onda del successo di pizza a metro ma che ne rappresenta solo un prodotto similare”.

“Il provvedimento così com’è - dicono gli eredi di Gigino, ovvero i suoi figli e nipoti - estenderebbe di fatto la tutela a tutte le pizzerie che a Vico propongono la pizza non tonda ma rettangolare giocando sull’equivoco del nome. Tutti possono servire oggi una pizza al metro, ma solo all’Università della pizza si può degustare la pizza secondo la tradizione di Gigino, tramandata di generazione in generazione. La ricetta originale e i segreti di produzione e di lavorazione della Pizza a metro di Gigino sono nella nostra cassaforte oltre che nella nostra memoria giacché fu il nostro avo ad introdurre nel mondo della pizza un nuovo modo di preparare l’impasto e servirlo, come dimostrano anche le numerosissime testimonianze dell’epoca che da sole basterebbero a raccontarne la storia dalle origini ad oggi.

Pizza a Metro non è un locale qualsiasi, è la storia di Vico. Chi viene in questa perla della Costiera anche dall’estero per degustare questa particolarità famosa in tutto il mondo viene da noi.

Per molto tempo la cittadina è stata preferita come meta dei visitatori proprio per la nostra pizza che rappresenta un volano turistico e un indubbio attrattore”.

“Naturalmente - concludono gli eredi di Luigi Dell’Amura - tuteleremo il nostro marchio, che è registrato, la nostra ricetta, il nostro metodo e processo di lavorazione nonché la nostra storia in tutte le sedi opportune”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza a Metro: il Comune di Vico annuncia la denominazione di origine comunale. La famiglia di Gigino insorge: "Pronti alle azioni legali"

NapoliToday è in caricamento