rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
social

Guida Michelin 2020: con 26 ristoranti stellati Napoli batte Roma e Milano

Nella classifica delle regioni la Campania al terzo posto. Tra le novità la stella al George del Parker's Hotel

Quando si tratta di buon cibo Napoli è imbattibile. A confermarlo è la 65ma edizione della Guida Michelin Italia. Presentata al Teatro Municipale di Piacenza, la Guida sarà disponibile in libreria a partire da giovedì 7 novembre, mentre è già possibile scaricare gratuitamente "Michelin Ristoranti", l'app per iOS e Android dedicata alla Guida più stellata al mondo.   

La classifica delle province Napoli svetta su tutte le altre province del Bel Paese: sono, infatti, ben 26 i ristoranti partenopei in classifica: 6 a 2 stelle e 20 a 1 stella. La nostra città dunque batte sia Roma, in seconda posizione con 24 ristoranti stellati (1 a 3 stelle, 1 a 2 stelle, 22 con 1 stella), che Milano con 20 ristoranti (1 a 3 stelle, 3 a 2 stelle, 16 a 1 stella). Al quarto posto Bolzano con 19 ristoranti stellati seguita da Cuneo. 

La classifica delle regioni nella classifica delle regioni, la più stellata è la Lombardia con 6 nuovi ingressi e un totale di 62 ristoranti seguita al secondo posto dal Piemonte, con 4 novità e 46 ristoranti, mentre la Campania è al terzo con 6 novità e un totale di 44 ristoranti stellati: 6 a 2 stelle e 38 ad 1 stella. A seguire la Toscana e il Veneto.

Premio speciale In occasione della presentazione della Guida sono stati assegnati anche quattro premi speciali tra cui il prestigioso Mentor Chef Michelin 2020, by Eberhard, andato al mitico Gennaro Esposito del Ristorante Torre del Saracino di Vico Equense.

Novità: tra i nuovi ingressi nel firmamento delle stelle Michelin c'è Domenico Candela, classe ’86, napoletano doc,chef del ristorante George del Grand Hotel Parker’s di Napoli. Ad un anno dall’apertura del nuovo ristorante al sesto piano dello storico hotel partenopeo viene dunque premiato il progetto dei fratelli Salvatore, Cesira, Bice e Maria Ida Avallone.  Spaghetto ai sette pomodori e come la Terrina di foie gras delle Landes con alghe mediterranee e sakè tra i must eat imperdibili di Calenda.  La Stella Michelin al George apre le celebrazioni del 150esimo anniversario del Grand Hotel Parker’s che dal 1870, nelle sue stanze affacciate sul Golfo, accoglie visitatori del calibro di Virginia Woolf, Oscar Wilde, George Bernard Shaw, Sofia Loren, Bono Vox degli U2 e Rupert Everett.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida Michelin 2020: con 26 ristoranti stellati Napoli batte Roma e Milano

NapoliToday è in caricamento