Martedì, 15 Giugno 2021
social

Fa tappa a Napoli il navigatore ultranovantenne che circumnaviga l'Italia in barca a vela

Oltre 90anni, saldo al timone, chi è il marinaio che insegna a credere nei sogni. A qualsiasi età

310 miglia alle spalle, 840 da percorrere e 91 anni portati alla grande: il velista Mario Battilanti ha iniziato lo scorso 27 settembre la circumnavigazione dell'Italia.

Tra le tappe, ovviamente, non poteva mancare Napoli dove Mario arriva nel giorno della festa dei nonni. Con lui, a bordo della bella Lumiere III, Paolo Zannini (56 anni) e Leandro Bernardini (24 anni)a suggellare un patto tra tre generazioni e sottolineare che nei sogni si può e si deve sempre credere. A qualsiasi età.

Ad aspettare Lumiere III al porto di Napoli esponenti della sezione della Lega Navale Italiana e dell’associazione La Nave di Carta che stanno assistendo e accompagnando il velista nel suo viaggio, battezzato #Forza91.

«Ci siamo un po’ strapazzati ma l’avevamo messa in conto - dice Mario in un video registrato a bordo dove lo si vede saldamente al timone - In mare non si sta comodi. Si fa la vita da marinai, si soffre un pochettino, c’è umido ma va bene così.» E quando il suo amico Paolo gli chiede: «Ma lo sai che tutta l’Italia segue il tuo viaggio?» risponde ridendo: «No. La cosa mi preoccupa».

L'impresa di Mario, resa possibile da una rete solidale di amici velisti che hanno deciso di mettere vento nel suo sogno ha conquistato il cuore di chi va per mare.

Sui social tanti i commenti di incoraggiamento, auguri di buon vento e tante offerte di ospitalità e di collaborazione.

Marco Tibiletti, presidente dell’associazione di vela solidale La Nave di Carta spiega «I cosiddetti nonni, sono prima di tutto persone che hanno ancora sogni, grandi o piccoli che siano. E questi sogni possono essere realizzati se attorno a loro si forma una rete solidale. Chi naviga, la gente di mare, conosce il valore del mutuo soccorso, della solidarietà. La Lega Navale Italiana, attraverso il suo presidente, è stata la prima a rispondere al nostro appello. E così pure le associazioni dell’Unione Italiana Vela Solidale. Ma in queste ore stiamo ricevendo telefonate da tutta Italia di velisti esperti che sono disponibili a salire a bordo per fare un pezzo del viaggio insieme a Mario. C’è una morale in tutta questa storia: in mare non si è mai soli. Dovremmo ricordarcelo anche a terra».

Dopo Napoli, Mario dirigerà la prua di Lumiere III su Agropoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa tappa a Napoli il navigatore ultranovantenne che circumnaviga l'Italia in barca a vela

NapoliToday è in caricamento