Come vestivamo a Napoli durante la "Bella Epoque"?

Preziosi abiti e accessori in esposizione per sapere qual era l'eleganza a Napoli all'inizio del secolo scorso. Anche per quanto riguarda la lingerie

Nelle sale del Museo della Moda Napoli – Fondazione Mondragone si apre il prossimo 15 ottobre la mostra su “La moda nella Belle Époque a Napoli”.

Sciantose e gagà

Inserita nell’esposizione permanente “Sciantose e Gagà”, vedrà in esposizione preziosi abiti e oggetti del primo ’900, compreso un abito da sposa e capi di lingerie.

Praticità e morbidezza

Il passaggio dal XIX al XX secolo a Napoli come nel resto d'Europa fu caratterizzato da un deciso rinnovamento in ogni campo.  "L’ascesa della borghesia imprenditoriale, le esposizioni nazionali e internazionali, i cambiamenti urbanistici attuati nelle grandi città, la nascita di nuove testate giornalistiche, l’apertura dei grandi magazzini - spiegano gli organizzatori dell'esposizione - determinarono il cambiamento e la diffusione di nuovi gusti" che, ovviamente, non potevano lasciare indenne il modo di vestirsi e con esso usi e costumi.

In Italia il nuovo stile prese il nome di Liberty e la nostra città fu uno dei principali centri di diffusione e contaminazione, con elementi caratteristici.

Furono sport come le corse all’ippodromo e il tennis a imporre un abbigliamento molto fluido, comodo. .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

Torna su
NapoliToday è in caricamento